Nuovi dettagli su Office Starter e polemiche su Office 2010

ManagementMarketing

Microsoft illustra Office Starter 2010, la suite per la produttività che sostituisce Works. Intanto scoppia la polemica sullo standard OOXml non supportato pienamente da Office 2010

Microsoft ha fatto luce su Office Starter 2010, la suite per la produttività che va a rimpiazzare Works nella fascia low-end (e che, grazie agli accordi di Microsoft con gli Oem, potrebbe salire sull’80% dei Pc). Office Starter 2010 sarà gratis per gli utenti consumer: comprende versioni di Word ed Excel e includerà messaggi pubblicitari.
Chris Capossela, senior vice presidente presso Microsoft,  ha spiegato che i messaggi pubblicitari saranno modificati a rotazione ogni 45 secondi; gli utenti verranno invitati a effettuare l’upgrade alla versione “full”, per poter utilizzare anche gli altri software della suite.

Microsoft Word e Excel nella versione “leggera” potranno aprire ed editare tutti i documenti, ma non permetteranno la gestione delle macro o delle tavole pivot. Intanto Microsoft finisce sulla graticola a causa di Office 2010 che potrebbe non supportare completamente lo standard OOXml.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore