Nuovi obbiettivi e strategie per Telecom Italia nel comparto a larga banda e senza fili

NetworkProvider e servizi Internet

Con Alice, unofferta basata sulla system integration di tecnologia Adsl e WiFi

Alice entrata nelle case degli italiani. Lo ha fatto con uno spot televisivo accattivante, che ha messo insieme la fama delle gambe da goleador di Bobo Vieri e la bellezza di quelle di Fernanda Lessa, nuova e affascinante new entry brasiliana nel mondo italiano dello spettacolo leggero. Ma che cos esattamente Alice dal punto di vista tecnologico? E cosa si ripromette di ottenere Telecom Italia attraverso il suo lancio nel comparto dellIct? Alice (buona la scelta di un nome di donna non molto usato da diverso tempo, che adesso vivr probabilmente un nuovo boom) la parola scelta dallex gestore telefonico nazionale numero uno per promuovere la nuova proposta della propria divisione fissa sul mercato nazionale di massa. Sono due i punti essenziali della proposta tecnologia Adsl e senza fili, di tipo WiFi (Wireless Fidelity). In pratica, Telecom Italia riuscita a portare nelle nostre case un surplus di bit attraverso il vecchio doppino di rame, senza che questa fornitura comportasse una qualche modifica di impianto. Per disporre dei bit (che possono essere ridistribuiti sul pc o su altri dispositivi), sono sufficienti un certo tipo di modem, che funzioni anche da antenna, e una particolare scheda per il computer. Tutto ci consente di evitare di realizzare una rete locale, stendendo cavi negli ambienti in cui poi si opera (come invece si doveva fare per forza di cose prima). Inoltre possibile evitare di farlo da soli, in quanto Alice (alias Telecom Italia) si occupa dellinstallazione e dellassistenza della rete senza fili, che ha una copertura (espandibile) di 25 metri e un flusso di dati di 11 megabit/secondo. Dal punto di vista pratico, linstallazione di questa rete locale senza fili permette di eliminare cavi e impianti, spostando dove si vuole il computer, che per resta sempre collegato a Internet e alle altre macchine. Quanto agli obbiettivi del gestore telefonico, sono diversi. In un certo senso, Telecom Italia – che si avvale dellhardware e del software di Alcatel e di Lucent – si sta muovendo come un perfetto system integrator. Il suo scopo principale quello di potere contare su unofferta sufficientemente competitiva nel comparto a larga banda e senza fili. Una volta accettata dal mercato (e qui bisogna dare atto al gestore di essersi mosso con sicurezza e tempestivit nel portare sul mercato nazionale una tecnologia emergente), lofferta potrebbe consentire lapertura di determinati spazi di manovra (soprattutto futuri) nei confronti dei competitor intenzionati a proporre soluzioni tecnologiche basate sulluso della fibra e del rame.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore