Nuovi server da HP

NetworkReti e infrastrutture

HP completa la gamma dei server HP Integrity ed estende la linea dei
server ProLiant e dei cluster su Linux

HP ha annunciato i nuovi server HP Integrity e ProLiant, oltre ai sistemi in cluster Linux ad alte prestazioni per gli utenti tecnici, estendendo ulteriormente la più ampia linea di server del settore. I nuovi sistemi HP, basati su standard, includono innovazioni senza precedenti volte ad assicurare gli elevati livelli di performance, gestibilità, disponibilità e servizio indispensabili per rispondere alle esigenze di business in continua evoluzione. Grazie ai server HP, le aziende possono realizzare un’infrastruttura «adaptive» per soddisfare tutte le richieste tecnologiche, dai bisogni più semplici connessi alla crescita del business fino alle massime prestazioni necessarie per il settore tecnico e per i data center. In particolare, il server ad alta densità HP Integrity rx4640 a 4 vie basato su Itanium e i modelli server mid-range HP Integrity rx7620 a 8 vie e rx8620 a 16 vie, che completano la gamma di server basati su Itanium più vasta del settore. La linea Integrity propone sistemi a 2 vie, di fascia low-end, fino ad arrivare alle potenti macchine ad alte prestazioni Integrity Superdome a 64 vie; la nuova linea server HP ProLiant 100, caratterizzata da un prezzo estremamente competitivo, comprende da oggi il modello HP ProLiant DL 140 – primo di una nuova serie – ideale per aziende di medie dimensioni, applicazioni di grid computing e cluster per l’high performance technical computing; i nuovi cluster Linux HP XC3000 e XC6000 per l’high performance technical computing. Per quanto riguarda i nuovi server HP ProLiant 100, Hp ha lanciato la nuova serie con l’obiettivo di soddisfare le crescenti necessità delle piccole e medie imprese e del mercato high performance technical computing. La nuova serie comprende modelli di alta qualità, ma di semplice utilizzo, proposti a un prezzo competitivo. Progettati per elaborazioni general-purpose, i prodotti ProLiant 100 offrono livelli di disponibilità, espandibilità e affidabilità di grado entry-level e sono ideali per le aziende di piccole e medie dimensioni e per gli ambienti cluster per calcoli intensivi. Il nuovo modello HP ProLiant DL 140 a due processori e densità ottimizzata è il primo server della serie ProLiant 100: supportando l’elaborazione in virgola mobile e offrendo la scalabilità dei cluster a un prezzo conveniente, il server DL 140 è ideale per applicazioni di grid computing e per i clienti maggiormente sensibili ai costi che desiderano implementare soluzioni in cluster per il calcolo tecnico ad elevate prestazioni. Agli inizi del 2004, il modello DL 140 sarà disponibile nella versione compute node per le soluzioni HP LC Cluster e XC Cluster. I nuovi cluster HP, invece, sono soluzioni integrate dotate di sistema operativo Linux e di un ambiente software completo. I cluster sono progettati per l’esecuzione di calcoli tecnici e scientifici altamente complessi; tuttavia, garantiscono la semplicità e la solidità tipicamente richiesta dagli ambienti commerciali. Il sistema HP XC6000 Cluster si basa sui server Integrity rx2600, mentre il sistema HP Cluster XC3000 è basato sui server ProLiant. Ciascuna soluzione è disponibile in versioni standard completamente supportate fino a 512 processori – con configurazioni di maggiori dimensioni realizzabili su richiesta – ed è dotata di interconnessioni ad alta velocità Quadrics LTD e Myricom. I nuovi sistemi Integrity, ProLiant e cluster Linux sono supportati dalla linea completa dei prodotti HP StorageWorks, che include il software HP StorageWorks Secure Path con funzionalità di bilanciamento dei carichi dinamico. Secure Path crea e mantiene percorsi a due vie multipli per le informazioni che viaggiano tra il server e i dispositivi di storage esterni, come StorageWorks Enterprise Virtual Arrays. Se una linea si blocca, il software Secure Path reindirizza automaticamente i dati su altre linee, eliminando i failure.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore