Nuovi strumenti di ricerca nel web

Marketing

I motori di ricerca si evolvono al fine di consentire una ricerca delle informazioni mirata rispetto alle esigenze dellutente

CAGLIARI. La fabbrica di servizi telematici di Cagliari ha realizzato un nuovo metamotore di ricerca intelligente denominato BRAIN (Browsing/Retrieval Advanced Interface). Il metamotore e in grado di rintracciare informazioni sul Web con un linguaggio naturale che riconosce i significati delle parole in modo piu preciso. Lutente interagisce per mezzo di query scritte in italiano che permettono di eseguire ricerche piu accurate. BRAIN riconosce i significati comuni, il senso differente tra vocaboli simili o equivalenti e le sfumature. Laffermarsi e il diffondersi dellutilizzo di reti telematiche, in particolare di Internet, porta un elemento nuovo e per molti aspetti rivoluzionario. Laccesso allinformazione avviene, in questa prospettiva reticolare, in modo diffuso; lutente e per cosi dire immerso in una massa di dati ricca ma disordinata che spazia da un polo allaltro del globo terrestre. Lovvia conseguenza di questa nuova dimensione e la prevalenza di un tipo di ragionamento associativo rispetto a quello deduttivo, al quale siamo culturalmente piu abituati. La modalita ipertestuale, che sta alla base di Internet, e la manifestazione piu evidente di questo processo mentale. Alla visione di banche dati centralizzate, che pure hanno indiscussi vantaggi, si va affiancando la visione piu ampia di una informazione distribuita, dislocata cioe in piu punti della Rete. Nasce, quindi, lesigenza, allo scopo di sfruttare al meglio le potenzialita di una rete telematica come Internet di ricorrere a strumenti, come guide, motori di ricerca specifici, intelligent agent che consentano allutente di orientarsi e ottenere delle informazioni pertinenti, ristabilendo un ordine fra il disordine. In alcuni settori (come quello giuridico), pero, la ricerca dellinformazione presenta maggiori complessita, in quanto a differenza di Internet, nellambito di una banca dati giuridica siamo in presenza di dati strutturati, sia grazie allunitarieta del contenuto, sia grazie allopera di catalogazione e indicizzazione effettuata da operatori specializzati. Lefficienza della ricerca, quindi, e data da diversi fattori quali ambito circoscritto, omogeneita dei materiali, possibilita di combinare diverse metodologie di ricerca, possibilita di effettuare ricerche per codici identificativi numerici. Poiche tutti questi fattori non esistono in Internet una ricerca effettuata con i tradizionali motori presenti in rete sarebbe poco efficace per cui sono stati sviluppati dei metamotori di ricerca, come nel caso di BRAIN, che si presentano allutente come pagine Web in cui occorre inserire ununica stringa di ricerca e indicare quali motori di ricerca consultare. Il metamotore si occupera di inviare contemporaneamente la query ai vari motori selezionati, adattando la sintassi della query a quelle richieste dai singoli motori la ricerca sara effettuata quindi in parallelo, i risultati saranno poi presentati insieme, dopo aver eliminato le ridondanze. [ STUDIOCELENTANO.IT ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore