Nuovi traguardi per Ecodigitale del Gruppo CDC

ComponentiWorkspace

Sono oltre 10.700 prodotti informatici raccolti dall’iniziativa ecodigitale di Cdc in un anno di attività nel rispetto della normativa

Ecodigitale si aggiudica il riconoscimento “Toscana Ecoefficiente 2005” della Regione Toscana nell’area tematica uso dei materiali e si classifica al secondo posto nell’area ambiente all’Ethic Award 2005. Oltre 29 tonnellate pari a 10.750 prodotti informatici sono stati ritirati al 31 ottobre 2005 da CDC nell’azione intrapresa in seno al progetto Ecodigitale. Ciò ha finora consentito il riutilizzo di oltre il 95% dei 10.750 prodotti ritirati. A consolidamento del proprio impegno, inoltre, dallo scorso mese di maggio l’azienda ha ampliato il raggio di azione dell’iniziativa Ecodigitale anche a toner e cartucce esauste, sebbene si tratti di prodotti non contemplati dalla Direttiva RAEE, e in meno di sei mesi ha raccolto un totale di circa 6.800 prodotti, dei quali il 63% circa è stato rigenerato. Al momento la raccolta di toner e cartucce è attiva in oltre 100 negozi Computer Discount e nei punti vendita Compy Superstore: qui i clienti possono recarsi per depositare i prodotti esausti in appositi contenitori adibiti alla raccolta, che una volta pieni vengono ritirati da un partner qualificato di CDC mediante un mezzo autorizzato al trasporto di questo materiale. È il partner stesso, dopo un accurato controllo del materiale ritirato, a consegnare un rapporto sull’esatto numero di prodotti rigenerabili e a provvedere allo smaltimento di quelli non rigenerabili nei modi previsti dalla normativa vigente. Ecodigitale è l’iniziativa di responsabilità sociale tesa a diffondere la cultura della fondamentale importanza della corretta gestione del fine vita dei prodotti informatici lanciata da CDC nel luglio 2004, in anticipo rispetto alle tempistiche delineate dalla Direttiva Comunitaria 2002/96/CE sui rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE). La direttiva, recepita dall’ordinamento italiano nel 2005, prevede in particolare per i produttori di finanziare lo smaltimento dei rifiuti hi-tech relativi alle proprie produzion i, cioè raccolta, stoccaggio, trasporto, recupero ed eventuale riciclaggio, mentre per i rivenditori l’obbligo di ritirare gratuitamente il vecchio prodotto all’atto dell’acquisto da parte del cliente di quello nuovo. Il programma Ecodigitale, che in parte va oltre gli obblighi previsti dalla direttiva per produttori e distributori, è stato messo in atto da CDC con il contributo fondamentale della propria capillare rete di vendita e nella fase iniziale ha visto coinvolti gli oltre 200 negozi Computer Discount, presenti in modo omogeneo su tutto il territorio nazionale, ed ora anche i Compy Superstore.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore