Nuovo grido d’allarme nel settimo Rapporto di Telefono Azzurro e Eurispes

Autorità e normativeSorveglianza

Un quinto dei bambini nella fascia tra i 7 e gli 11 anni ha incontrato un
molestatore in Rete

Il settimo Rapporto di Telefono Azzurro e Eurispes mette in guardia ancora una volta contro il rischio pedofilia in Rete. Il 20,5% dei bambini che navigano in Internet, nella fascia d’età fra i 7 e gli 11 anni, ha incontrato almeno una volta un molestatore adulto. Un quinto dei bambini in Rete ha cioè incontrato un adulto che ha dato loro fastidio. La percentuale cala al 17,6% per la fascia d’età tra i 12 e i 19 anni. Telefono Azzurro e Eurispes consigliano di non lasciare mai i bambini più piccoli soli in Rete: pedopornografia, adescamenti, istigazione alla violenza rendono il Web per i minori un luogo virtuale insidioso, oltre che uno strumento di conoscenza.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore