Nuovo rischio sicurezza per Sony Bmg

SicurezzaSoluzioni per la sicurezza

Non era sufficiente il rootkit, ora nel Drm c’è uno spyware

Sony Bmg si era detta disponibile a sostituire i Cd con il drm incriminato: ma il solerte Procuratore generale di New York, Eliot Spitzer, sulle orme di un’affine denuncia in Texas, ha scoperto che i Cd infetti (con il rootkit) sono tuttora a scaffale. Dopo tre settimane dalle denunce della pericolosità del Drm sui Cd, ascoltati sul Pc, è inammissibile che Sony Bmg non abbia ancora provveduto al ritiro. Nel frattempo una nuova patata bollente è già arrivata per Sony Bmg:Freedom To tinker ( www.freedom-to-tinker.com ) ha individuato che i Cd contengono un’altra tecnologia, MediaMax, in grado di agire come spyware. Il Drm installa nel sistema automaticamente diversi megabyte di file che, senza preavviso, comunicano con i server dell’azienda ogni volta che avviene una riproduzione musicale,senza possibilità di disinstallazione. Ma in questo caso, Sony Bmg non è sola: la nuova tecnologia, giudicata insidiosa, è adottata anche da altre major discografich e.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore