Obama apre Icann al mondo

Aziende

Gli Usa allentano il controllo sulla Rete. L’accordo raggiunto con il Dipartimento del Commercio Usa assicurerà maggiore trasparenza all’organismo della gestione dei nomi di dominio di Internet. Cancellato il suffisso .yu della Yugoslavia

L’era Obama, improntata a apertura, trasparenza e democratizzazione, si riflette anche nella nuova Icann che si apre al mondo. Gli Usa allentano il controllo sulla Rete. E l’ Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (Icann) dà finalmente benvenuto al mondo.

L’accordo raggiunto con il Dipartimento del Commercio Usa assicurerà maggiore trasparenza all’organismo della gestione dei nomi di dominio di Internet.

L’ Affirmation of Commitments prenderà in esame fattori come la responsabilità e la trasparenza, sicurezza e l’elasticità di internet. A guidare il nuovo iter, sarà il chairman del Governmental Advisory Committee di Icann, che reppresenta 100 paesi nel mondo e lo chief executive di Icann.

La societa’ californiana no-profit che amministra il DNS e il protocollo degli indirizzi di Internet, dà vita a quattro ”panel” cui potranno partecipare i rappresentanti di tutti governi, con una maggiore autonomia da revisioni periodiche svolte da un unico governo. I panel, inoltre, valuteranno a rotazione i risultati conseguiti dall’ICANN in merito agli impegni pubblici assunti.

Infine è stato cancellato il sufffisso .yu della Yugoslavia, la nazione che non esiste più da due decenni, travolta dalla balcanizzazione e poi dall’auto-determinazione.

Leggi: Icann, slitta la liberalizzazione dei domini generici

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore