Obama vuole spegnere Internet in caso di cyber-attacchi, ma allargare lo spettro Wi-Fi

ManagementMarketingNetworkReti e infrastrutture

Staccare la spina alla Rete in casi di emergenza gravi o di cyber-guerra. Intanto Obama vuole liberare fino a 500 megahertz di spettro governativo e commerciale per almeno 10 anni: per smartphone, iPad e notebook

La valigetta atomica non è più sufficiente per fare paura al nemico. Obama scopre il potere del “deterrente Web” dopo il deterrente nucleare degli anni ’50-’60. Il Presidente degli Usa non avrà più solo a disposizione il bottone rosso della guerra atomica, ma anche il bottone per spegnere Internet e “chiudere il rubinetto” delle comunicazioni globali. Ma solo in caso di guerra virtuale o gravissimi cyber-attacchi e intrusioni.

Internet Kill Switch, l’interruttore che stacca la spina a Internet, fa parte del provvedimento sulla Protezione del cyberspazio come risorsa nazionale (Protecting Cyberspace as a National Asset Act) che ha appena incassato l’Ok dalla Commissione per la sicurezza nazionale e gli affari governativi del Senato Usa.

Per tutelare Internet nazionale e le infrastrutture critiche, contro eventuali cyber-attacchi, il Presidente Usa avrà il potere di chiedere agli Internet service provider di chiudere le connessioni per un limite massimo di 120 giorni (termine oltre il quale sarà necessaria l’autorizzazione del Congresso). Una serrata virtuale contro lo spettro di cyber-war.

Gli oppositori alla Legge temono che possa dare adito a interpretazioni pericolose la vaghezza dei termini “infrastrutture critiche e misure d’emergenza”. Ma Sans Institute vede nella legge un limite e non un ampliamento dei poteri presidenziali che già oggi possono sfruttare il Communications Act del 1934. Il dibattito è aperto.

Dopo i cyber-attacchi cinesi di gennaio contro Google e altre decine di aziende della Silicon Valley (intrusioni che hanno convinto Google a uscire dal mercato cinese), il direttore della Cia Leon Panetta avrebbe definito la cyber-war la minaccia più grave finora presa sotto gamba dagli Usa.

Intanto Barack Obama, per non passare alla storia come Kill Bill ovvero colui che vuole lo Stop di Internet, proporrà anche qualcosa di positivo: secondo Bloomberg, il Presidente Usa di raddoppiare lo spettro Wi-Fi disponibile per smartphone, connessioni notebook a Internet e nuovi dispositivi wireless (iPad, Tablet eccetera). Il governo Usa vuole liberare fino a 500 megahertz di spettro governativo e commerciale per almeno 10 anni. Dopo il bastone (Internet Kill Switch), la carota per il cyber-spazio affamato di banda larga.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore