Occhio alla truffa dello Zio d’America

CyberwarMarketingSicurezza

G Data segnala una nuova variante del famoso “Nigerian Scam”, la cosiddetta truffa nigeriana

Arrivano le varianti di truffe già collaudate e sperimentate con successo. È il caso della nuova ondata di spam che, questa volta, ha per oggetto la promessa di un’eredità da parte del classico “zio d’America”.

I criminali online, come spesso accade, fanno leva sulla falsa promessa di ricevere una significativa somma di denaro. Nella fattispecie viene inviata una mail da parte di un presunto funzionario della Natwest Bank Corporation di Londra il quale ci annuncia di aver scoperto un deposito abbandonato di ben 13.4 milioni di sterline di cui era titolare un certo Thompson Morrison, cittadino americano deceduto con la famiglia in un terribile incidente aereo.

Il suddetto funzionario ci propone di presentarci come il parente più prossimo del defunto “zio d’America” in modo tale che la somma possa venire erogata e non resti depositata presso la banca. Naturalmente a noi andrà il 40% della cifra, mentre il nostro socio in affari tratterrà per sé il 60%.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore