OCSE: la tecnologia VoIP lancia una sfida alla telefonia fissa

Network

Uno studio OCSE afferma che la popolarità crescente della telefonia di Internet, o Internet Protocol (VoIP) spiazzerebbe il settore della telefonia fissa

BRUXELLES. L’OCSE ha recentemente pubblicato un rapporto “Communication Outlook 2005”, secondo cui una maggiore e crescente diffusione della tecnologia Internet VoIP sviluppata dagli operatori mobili minaccia i redditi degli operatori di telefonia fissa. Il rapporto prevede che gli operatori mobili offriranno i prodotti integrati del video, di voce e di dati in un singolo pacchetto di servizio. La concorrenza dalle nuove piattaforme Internet a banda larga aumenterà, richiedendo ai fornitori tradizionali di adeguare le infrastrutture tecnologiche esistenti. In particolare, le autorità potranno avere bisogno di riesaminare l’impianto normativo: grazie al servizio di telecomunicazioni universale, le aziende che offrono servizi in modalità potranno svolgere l’attività senza avere una presenza fisica in un paese. L’Ocse evidenzia come le nuove offerte di servizi tecnologici quali hotspots WI-Fi nelle città, rappresenteranno una concorrenza più dura per gli operatori tradizionali 3G. Dal 2003 i redditi degli operatori di rete fissa sono scesi velocemente a favore del settore della telefonia mobile, trend in discesa confermatosi anche per il 2004 e 2005. Per evitare le perdite economiche degli operatori della telefonia fissa, l’OCSE suggerisce un cambio delle strategie politiche all’interno delle aziende. Una soluzione potrebbe essere quello di offrire dei contratti a lungo periodo: il tempo di connessione alle reti rappresenterebbe il parametro rispetto al quale gli utenti effettuano le loro scelte. StudioCelentano.it

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore