Oink e pirateria online, scagionato il fondatore

CyberwarSicurezza

Il fondatore del sito di file sharing Oink, a cui sono stati imputati 21 milioni di download pirata, è stato assolto dall’accusa di frode e pirateria informatica ai danni delle Major

Pirati uno, etichette discografice zero. Una sentenza inglese va in contro tendenza rispetto al “mood anti-pirateria” che in Europa si è diffuso dalla celebre sentenza svedese contro Pirate Bay e dall’introduzione in Francia della Legge Hadopi (ex dottrina Sarkozy).

In questo clima cyber-repressivo contro il Peer to peer e il file sharing illegale, stupisce la sentenza che assolve all’unanimità il fondatore del sito di file sharing Oink, a cui sono stati imputati 21 milioni di download pirata.

Alan Ellis, arrestato nel 2007 in Gran Bretagna, è stato scagionato dall’accusa di frode e pirateria informatica ai danni delle Major. Il sito era stato chiuso, ma Pirate Bay ne aveva promesso la riapertura via BitTorrent.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore