Ok la convergenza è giusta

Mobility

Uno studio di Nokia Nseries scopre una diffusa domanda di convergenza
digitale da parte dei consumatori

Quasi la metà della popolazione mondiale usa oggi il telefono cellulare come fotocamera, più di due terzi prevedono di sostituire il loro lettore mp3 con un cellulare abilitato alla musica e quasi la metà intende collegare il proprio cellulare agli strumenti elettronici domestici. Secondo una recente ricerca condotta da Nokia, non solo i consumatori hanno accolto la convergenza con grande favore, ma ne chiedono ancora di più. Alla luce delle funzioni sempre più numerose dei Nokia Nseries, la gamma di computer multimediali ad alte prestazioni, Nokia ha commissionato uno studio in 11 paesi di tutto il mondo per rilevare l’opinione dei consumatori sui telefoni cellulari multifunzione presenti e futuri. I dipositivi multifunzione hanno già sostituito alcuni gadget presenti nella vita delle persone. Quasi la metà degli intervistati (44%) usa il telefono cellulare come fotocamera; l’India è la patria dei fotografi mobili più prolifici (68%). A livello globale, oggi il 72% della popolazione non usa una sveglia separata, mentre il 73% usa il telefono cellulare come orologio principale. Quando si tratta di navigare in rete in mobilità, più di un terzo (35%) degli intervistati usa il cellulare almeno una volta al mese. Tra i paesi intervistati, il Giappone è al primo posto per l’uso dell’Internet mobile, con il 37% della popolazione che dichiara di collegarsi in rete con il telefono cellulare ogni giorno. Grazie alle funzioni sempre più numerose, non sorprende che la gente non sappia immaginare una vita senza il telefono cellulare: il 94% degli intervistati prevede di averne uno in futuro. I brasiliani adorano i cellulari a tal punto che il 100% della popolazione ritiene che nei prossimi anni ne avrà uno. In effetti, i cellulari sono così indispensabili che più di una persona su cinque (21%) dichiara che sarebbe più turbata dalla perdita del cellulare piuttosto che del portafoglio, delle carte di credito e persino della fede nuziale.La musica digitale ha completamente modificato i modelli di acquisto e di ascolto della musica in tutto il mondo: dallo studio è emerso come il 67% della popolazione mondiale scarichi gran parte della musica che ascolta e l’87% afferma di avere aumentato l’acquisto di musica dopo l’acquisto di un dispositivo digitale. La durata dell’ascolto è massima in Germania, dove il 28% della popolazione ammette di ascoltare più di 21 ore di musica alla settimana. Ma quali sono i generi musicali più ascoltatai al mondo? Pop (35%) seguito da rock (21%), dance (8%) e classica (7%). Il telefono cellulare abilitato alla musica è destinato a costituire un elemento fondamentale del consumo futuro di musica digitale:il 67% degli intervistati prevede infatti di sostituire il proprio lettore MP3 con un cellulare. Secondo lo studio di Nokia, il mondo ha accolto favorevolmente il concetto di casa mobile digitale, secondo cui il telefono cellulare agisce come un telecomando domestico, inviando contenuti digitali come musica e foto ai dispositivi domestici compatibili. Quasi la metà (42%) degli intervistati in tutto il mondo desidera che stampanti, PC, stereo, TV e telefoni cellulari siano interconnessi. L’Arabia Saudita si prepara a diventare la patria della casa digitale: il 72% della popolazione vorrebbe che persino il frigorifero fosse compreso in questa rete. Guardando al futuro, più di un intervistato su due (58%) vorrebbe poter controllare tutti i suoi elettrodomestici per mezzo del telefono cellulare, in particolare in India dove l’85% ha espresso questo desiderio. La convergenza, quindi, piace sia in mobilità (con dispositivi portatili) sia nella casa digitale.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore