Olidata Vassant 9 FX-60 SLI

LaptopMobility

Prestazioni al vertice per questo Pc dedicato ai videogiocatori estremi e agli amanti dell’overclocking

Rivolto ai veri appassionati di tecnologia, questo Pc raggiunge prestazioni davvero notevoli sia nei videogiochi, sia con le applicazioni office e multimediali. Il Vassant 9 FX-60 SLI è infatti assemblato sfruttando componenti di ultima generazione che contribuiscono però a raggiungere un prezzo complessivo del Pc molto elevato e ben al di sopra della media. L’elevata potenza di calcolo è fornita dal processore di punta di Amd, un Athlon 64 FX 60 con dual core (il nome in codice del core è Toledo) e realizzato con package a 939 pin. Ciascun nucleo funziona a una frequenza di 2,6 GHz e presenta una propria cache di secondo livello di 1 Mbyte. Anche le cache di primo livello sono sdoppiate e con 64 Kbyte per le istruzioni e 64 Kbyte per i dati. La motherboard scelta per supportare questa configurazione è una Abit AN8 32X, gestita dal chipset nVidia nForce4 SLI X16. Caratteristica principale di questo recente chipset è il supporto di due linee dati Pci Express x16 distinte, che consente di sfruttare al massimo le schede video installate. Altra caratteristica molto interessante di questo chipset è l’espandibilità della Ram fino a un massimo di ben 8 Gbyte. Non manca inoltre il supporto dell’audio a 7.1 canali e una porta Gigabit Ethernet protetta da nVidia Firewall ActiveArmor. Quest’ultimo è un firewall hardware integrato direttamente nel chipset e non richiede perciò potenza del processore per il funzionamento. La gestione del firewall avviene direttamente dal sistema operativo, tramite un’ interfaccia Web gestita dai driver nVidia. Oltre alla possibilità di regolare ogni impostazione a livello avanzato, è presente una modalità automatica di apprendimento, con la quale il firewall presenta una richiesta di autorizzazione ogni qualvolta un nuovo programma tenta di accedere alla rete. Per sfruttare al meglio le potenzialità del processore i tecnici di Olidata hanno scelto di installare, per questa configurazione, due moduli di Ram Corsair CMX512-3200XL, con capacità di 512 Mbyte ciascuno. Operanti a una frequenza di 400 MHz, questi moduli Sdram Ddr sono pensati per funzionare anche in condizioni di overclocking e hanno tempi di latenza molto ridotti, 2-2-2-5. Per aumentare ulteriormente le prestazioni e ridurre, almeno in parte, i tempi di lettura/scrittura su disco, il Vassant 9 FX-60 SLI dispone di due hard disk Maxtor 6H400F0 con interfaccia Serial Ata 2, configurati in modalità striping. Ciò consente, oltre a un discreto aumento di prestazioni, di sommare le singole capacità degli hard disk, mettendo quindi a disposizione uno spazio di ben 800 Gbyte per archiviare i propri dati. Nascosti dietro lo sportellino frontale sono presenti il masterizzatore Nec ND-4550A, compatibile Double Layer e in grado di raggiungere una velocità massima in scrittura di 8x su questo tipo di supporti, il lettore floppy disk e il lettore di memory card multiformato, in grado di leggere schede SD, MMC, ma anche Compact Flash e MicroDrive. La configurazione Sli integrata in questo personal computer si avvale di due schede nVidia GeForce 7800GTX, ognuna dotata di 256 Mbyte di memoria video Gddr3 operante a una frequenza di 1.200 MHz, che si interfaccia attraverso un bus a 256 bit. Il core della Gpu ha invece una frequenza di 430 MHz e integra ben 24 pipeline dedicate al Pixel Shading e 8 unità di Vertex Shading. Queste due schede hanno un elevato assorbimento di corrente, soprattutto quando sono in esecuzione videogiochi e applicazioni che sfruttano il calcolo 3d in tempo reale. Per garantire un’adeguata alimentazione è stato scelto l’alimentatore modulare Hyper 4K580, capace di erogare una potenza continuativa di 580 W. Grazie all’elevata qualità e potenza dell’alimentatore il sistema non ha sofferto di blocchi o errori durante i nostri test. Un ulteriore aiuto in questo senso è dato dalla buona aerazione del cabinet, dovuta sia all’ordinato cablaggio interno, sia alla presenza di due ventole da 80 mm nella parte posteriore dello chassis. Proprio il cabinet, di tipo middle tower, è risultato molto essenziale e un po’ anonimo, non dando l’impressione di racchiudere una macchina così potente e costosa. Questo case dispone di quattro slot da 51/4″ e due da 31/2″. Durante le prove i valori di temperatura della Cpu, misurati in condizione di prolungato utilizzo al 100% dei due core, non sono mai andati oltre i 63° C. Per raffreddare Northbridge e Southbridge la scheda madre si avvale invece della tecnologia proprietaria OTES, che non prevede l’utilizzo di ventole. I due chip sono infatti raffreddati tramite dissipatori passivi e da un unico heatpipe che li unisce, facilitando l’eliminazione del calore. Malgrado la presenza delle due ventole posteriori garantisca stabilità al sistema, complessivamente il Pc produce un livello di rumore abbastanza elevato durante il funzionamento. Attraverso il software MicroGuru del quale è dotata la motherboard, è comunque possibile agire sul regime di rotazione delle ventole per limitare questo problema. Tramite questo software è infatti possibile impostare, per diverse soglie di temperatura della Cpu o del cabinet, a quale velocità debbano funzionare le ventole del sistema di raffreddamento. MicroGuru offre inoltre agli appassionati di overclocking una interfaccia dalla quale cambiare, in modo molto rapido, le impostazioni di frequenza del bus di sistema e della Cpu. Infatti, le regolazioni impostate hanno effetto immediato sul Pc, senza necessità di riavvio del sistema operativo. Non ultimo, è possibile salvare le impostazioni come un profilo che potrà in seguito essere richiamato. Le prove Grazie ai test effettuati abbiamo potuto verificare le elevate prestazioni del Vassant 9 FX-60 SLI, che è riuscito a ottenere i punteggi più alti da noi mai registrati nei test Sysmark2004. Anche nelle suite di benchmark 3DMark2003 e 3DMark2005 abbiamo rilevato risultati tra i più alti in assoluto. Il punteggio di 288 punti ottenuto nella suite Sysmark2004 migliora di circa il 3% il precedente primato, detenuto da un sample Amd dotato di un processore Athlon 64 X2 4800+. Impressionanti invece le capacità in ambito 3d, in particolar modo nei test 3DMark2005, dove il Vassant 9 FX-60 SLI è riuscito a ottenere un punteggio di 12.845 3DMark. Effettuando i medesimi test, ma alla risoluzione di 1.600×1.200 pixel, abbiamo riscontrato un calo di prestazioni molto più limitato delle aspettative. A questa risoluzione abbiamo infatti rilevato un punteggio di 10.964 3Dmark, capace di eguagliare il precedente primato ottenuto alla risoluzione di 1.024×768 pixel da un Pc in prova. Sfruttando invece impostazioni di antialias 4x e anisotropic filter 8x in Doom3 di Id Software, abbiamo ottenuto frame rate medi di 142,9 fps e 125,1 fps, rispettivamente a 1.024×768 pixel e 1.600×1.200 pixel. In conclusione chi vuole veramente il massimo delle prestazioni ottenibili oggi con un Pc desktop trova nel Vassant 9 FX-60 SLI il giusto prodotto. Il prezzo di 3.599,00 euro non è però accessibile a tutte le tasche, ma è in linea con i componenti al top di gamma che il Pc integra. La dotazione è completata da tastiera e mouse, mentre il sistema operativo fornito di base è Windows Xp Professional. Ottime, infine, le condizioni di garanzia, che coprono un periodo di due anni con assistenza on site, oltre all’assistenza telefonica disponibile al numero 0547/419106.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore