Open source: arriva il supporto legale

Workspace

Contro le minacce di Sco arriva in soccorso il Software Freedom Law Center

Open Source Development Labs (OSDL) ha deciso di aprire una sede a New York che verrà chiamata Software Freedom Law Center. Avrà il delicato compito di offrire assistenza legale agli utilizzatori e ai sostenitori di tecnologie open source. Di fronte alla causa miliardaria intentata da Sco contro Ibm, la difesa dell’Open source deve essere a 360 gradi. Ma il centro ha anche un altro ambizioso progetto: istruire sul campo una generazione di avvocati che sappia padroneggiare le licenze open source, come la GNU General Public License. Il gruppo infine aiuterà anche gli sviluppatori a non violare licenze e/o brevetti, e li assisterà nella scelta della licenza migliore. L’appoggio legale, che ha l’obiettivo primario di promuovere l’open source, verrà assicurato grazie allo sforzo finanziario di alcuni big, come IBM, HP, CA, Intel e NEC.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore