OpenOffice è solo open source

ManagementMarketingWorkspace

Tramonta l’iniziativa di Oracle di una versione commerciale di OpenOffice. La popolare suite di produttività per l’ufficio rimane libera e Open source. Passo indietro del colosso guidato dal Ceo Larry Ellison

Oracle fa un passo indietro per andare incontro alle esigenze della comunità di OpenOffice.org. Oracle dà l’addio all’idea di un monitoraggio su OpenOffice.org, la popolare suite di produttività per l’ufficio. Tramonta l’iniziativa di una versione commerciale di Open Office, anche perché Oracle si dice interessata a continuare a collaborare con la comunità open source allo sviluppo del software.

In una nota Oracle ha dichiarato di voler focalizzare i suoi sforzi vero il mondo open su MySql e Linux, comunità largamente supportate da un base installata nel mondo aziendale e della pubblico amministrazione. Oracle ha confermato il supporto a standard aperti di formato dei documenti come Open Document Format (Odf).

Questa polemica era nata dopoché Oracle ha acquisito Sun Microsystems. L’acquisizione aveva portato in portafoglio a Oracle anche il database open source MySql e altri progetti open come OpenSolaris. Ma Oracle ha cancellato OpenSolaris in favore di Solaris 11 Express. Altro terreno di contrasto è Java, che Oracle utilizza contro Android in una “guerra dei brevetti”: in polemica Apache ha abbandonato la comunità Java, dopo l’attrito nell’era di Larry Ellison. Il Ceo di Oracle era arrivato a definire “una dittatura” la comunità open source, scatenando nuovi malumori. A quel punto la comunità gruppo di sviluppatori di OpenOffice.org, preoccupata per la piega critica sull’open source che sembrava aver preso Oracle, si era dissociata e aveva fondato Libre Office (con il beneplacito della Document Foundation), e a gennaio aveva rilasciato la prima versione libera Libre Office. Ma ora OpenOffice.org può prendere atto del passo indietro di Oracle.

Oracle apre all'open source di OpenOffice.org
Oracle apre alla comunità open source di OpenOffice.org
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore