OpenOffice.org sotto licenza LGpl 3

Workspace

La suite libera di produttività con la beta della terza versione migrerà alla nuova licenza di Free Software Foundation

OpenOffice.org ha scelto fin dall’inizio una licenza scritta dalla Free Software Foundation. Abbracciare la versione 3.0 è dunque un’evoluzione naturale per la suite libera di produttività. Il software desktop per la produttività, alternativo a Microsoft Office, dalla b eta della terza versione migrerà alla nuova licenza LGpl 3 di Free Software Foundation.

Sun, tra i principali sponsor di OpenOffice.org, ha pubblicato online le Faq per il cambio di licenza.

LGpl è la licenza Lesser GPL del progetto Gnu che permette di inserire un software free anche all’interno di un’applicazione commerciale, pur obbligando a rendere pubbliche tutte le modifiche apportate al codice LGPL.

Sun Contributor Agreement ( Sca ) rimpiazza inoltre il Joint Copyright Assignment (JCA).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore