OpenWorld 2004: Oracle parla di tecnologia, innovazione e competitività d’impresa

Workspace

Mario Bonzano, senior vice president Oracle South Europe, ha ribadito anche l’impegno della società verso le Piccole e Medie Imprese, che pesano circa il 40% sul business totale dell’azienda

Da ieri a Milano è incominciata la terza tappa (dopo Londra e Amsterdam) di un ciclo europeo di conferenze, attraverso le quali Oracle si propone di far incontrare professionisti aziendali, i leader dell’industria, gli esperti del settore, per scambiarsi esperienze e mettere a confronto tematiche nuove. È toccato a Mario Bonzano, senior vice president Oracle South Europe, aprire la prima giornata. “In Italia l’economia stenta a ripartire, la crescita non è soddisfacente, con gap anche importanti rispetto ad alcuni paesi. Manca la capacità di fare innovazione, partendo dalla ricerca & sviluppo. E la spesa It risente della situazione congiunturale, è sotto la media europea e concentrata sulla mantuenzione dell’esistente. Si agisce in ottica di contenimento di costi ed efficienza interna, più che puntando sugli investimenti. La Pubblica Amministrazione, in controtendenza, gioca un ruolo importante e centrale. In questo contesto Oracle si presenta come scelta importante: ha la vision, un marchio riconosciuto, prodotti all’avanguardia, un ecosistema di clienti e partner e capacità finanziaria”. Due i due filoni su cui si concentra la società: le architetture abilitanti , che poggiano su concetti quali la centralità dell’informazione, la real time enterpris e, il recupero dei costi e la gradualità degli investimenti; le soluzioni applicative di business, che puntano alla verticalizzazione, all’integrazione, alla visibilità e al controllo sul business. In termini infrastrutturali un anno fa Oracle ha lanciato il grid computing, come capacità di usare in modo coordinato un grande numero di server e dispositivi di memorizzazione che agiscono come un unico computer. Da una survey europea commissionata da Oracle a Quocirca emerge che circa il 30% delle 603 aziende intervistate si sta muovendo verso questo modello. Per le aziende italiane, oggi, grid computing significa soprattutto consolidamento della propria infrastruttura tecnologica. Bonzano ha ribadito il commitment della società verso le Piccole e Medie Imprese, che ad oggi, pesano circa il 40% sul business totale della società. Nella cornice di Oracle OpenWorld, inoltre, la società ha presentato la nuova versione dell’E-Business Suite, la 11i.10, con 2.100 nuove funzionalità, di cui alcune molto settoriali e altre più trasversali.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore