Opera, il browser in tutte le lingue

Network

Dal 6 marzo disponibile anche la versione italiana, ma Opera esce progressivamente in tutte le lingue

In linea con la filosofia di difesa delle identità culturali da sempre caratteristica della software-house Opera, il browser sta uscendo tradotto in tantissime lingue. Circa 40 milioni di europei devono adattarsi ad uninterfaccia che parla una lingua diversa da quella loro. Di conseguenza i gruppi minoritari trovano maggiori difficoltà ad accedere alla Rete e lavorare con i suoi contenuti. Opera Software ha aderito al progetto Eblul (European Bureau of Lesser Used Language) che punta alla diffusione di un linguaggio propriamente tecnico anche per le lingue cosiddette minori. Sono nate così le versioni del browser in bretone, irlandese, scozzese, gaelico e gallese, facendo di Opera il primo browser commerciale disponibile nelle quattro lingue celtiche. La versione 5.02 del browser è disponibile per tutti i sistemi operativi, dallo scorso 6 marzo è disponibile anche la sua versione in italiano. Opera si è fatto conoscere un paio danni fa, proponendosi come alternativa ai due giganti Netscape ed Explorer; da sempre la sua caratteristica di punta è stata la velocità di navigazione.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore