Opera punta all’intrattenimento digitale

Workspace

Un’applicazione di riconoscimento vocale destinata al mondo digitale domestico è l’ultima novità della software house norvegese

Tecnologie di riconoscimento vocale per sbarcare sul promettente mercato dell’home entertainment: ecco l’ultima novità di Opera. La software house norvegese vuole ritagliarsi un ruolo nei nuovi salotti digitali, approdando su player Dvd, videoregistratori digitali e set-top box. Opera quindi potrà integrarsi con la soluzione Embedded ViaVoice di Ibm, con cui permetterà agli utenti di navigare nelle guide digitali alla programmazione Tv mediante comandi vocali. Opera infatti ha creato una tecnologia basata su Electronic Program Guide (EPG). Sarà quindi semplice navigare dentro menu televisivi, scegliere canali e programmi via voce. Il tutto grazie al software di Oper, scritto in linguaggio di programmazione multimodale +Voice o X+V.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore