Opere darte sul nostro computer – Musei virtuali

Management

Riproduzioni digitali, cataloghi online, accesso al sapere ecco cosa significa pubblicare un museo sul Web. Questo mese PC Magazine vi accompagna in un viaggio fra i più celebri musei online.

Il museo fin dalle sue origini il luogo sacro alle Muse, gelose custodi delle Arti. uno spazio fisico dedicato alla conservazione dei beni culturali quadri, oggetti preziosi, statue creati da celebri o anonimi artisti nel corso dei secoli e a ogni latitudine. Il museo fino alla rivoluzione digitale ha quindi esercitato la propria vocazione nel salvaguardare, restaurare e conservare oggetti darte della storia dellumanit, catalogandoli con criteri scientifici e raccogliendo documentazioni storiche e culturali su di essi. Gi negli ultimi decenni tuttavia i musei avevano subito unevoluzione rispetto alle origini, aprendo le proprie stanze e corridoi al pubblico. I musei iniziavano allora a mettere in luce i propri tesori nascosti. Alcuni musei, come il Museo del Prado di Madrid, addirittura avevano adottato una politica progressista, rendendo lentrata gratuita ai cittadini residenti, per offrire laccesso alla cultura fruibile a tutti. Il museo si era quindi progressivamente trasformato da luogo di conservazione a centro di esposizione un luogo di produzione culturale in cui la crescita vertiginosa di Internet ha infine catalizzato nuovi stimoli e linfa vitale. La Rete ha infatti sottolineato alcune caratteristiche del museo contemporaneo, soprattutto per quanto concerne laspetto mediatico in questa visione risultano riusciti e di successo i progetti di musei virtuali che hanno posto laccento sullinformazione e la comunicazione. Internet sta premiando quei musei che, accanto al catalogare e archiviare opere in formato digitale, promuovono soprattutto strategie didattiche e di comunicazione allinsegna delle nuove tecnologie. Pubblicare un quadro online, o la riproduzione fedele del David di Michelangelo, non basta per fare arte in Rete bisogna spingersi oltre la fisicit dellopera darte e sondare nuovi terreni. La principale caratteristica di Internet consiste infatti nel far circolare informazioni tra network un museo virtuale, per ben integrarsi con le dinamiche della Rete, deve quindi puntare contemporaneamente sullaspetto spettacolare degli eventi che propone e sulla capacit di veicolarne i messaggi in maniera efficace. Un buon museo virtuale si riconosce quando documenta online le proprie attivit, quando riesce a bucare il monitor con una comunicazione mirata. Presentarsi con uninterfaccia piacevole, armoniosa e intrigante gi un biglietto da visita di tutto rispetto. Se poi il sito Web del museo ben navigabile, fruibile con semplicit e con una barra di navigazione chiara, lutente riesce a orientarsi senza problemi mappe e cartine del museo sono una bussola indispensabile. Un museo virtuale ha inoltre il compito di curare la collezione online mostrare immagini a 360 gradi, dove possibile zoomare su particolari e dettagli, unopzione di grande effetto che distingue il Web da un tradizionale catalogo stampato. una soluzione che permette di fruire piacevolmente degli strumenti digitali per apprezzare al meglio unopera darte. Unesperienza ipertestuale dellopera che si integra con la visione dal vivo. Quante volte a una mostra o in una pinacoteca ci capito di non poter guardare nei minimi dettagli un quadro per mancanza di tempo o perch la sala del museo era troppo affollata per permetterci di apprezzare con calma il nostro pittore preferito sul sito Web tutto pi semplice e rapido. Le potenzialit del Web sono molteplici e tutte da sfruttare per rendere il museo online un luogo vivo e una risorsa in pi con le nuove tecnologie a disposizione dei Web designer. Creare ambienti Web a elevata risoluzione con strumenti in grado di visualizzare unalta qualit delle riproduzioni digitali, uno standard da incoraggiare per i musei in Rete. Il museo virtuale pu cos consentire di andare oltre lesperienza diretta delle opere e di visitare, anche per chi altrove, le gallerie dei pi prestigiosi musei del mondo. Un aspetto, ancora sottovalutato ma da ampliare quanto prima, riguarda la disponibilit delle versioni dei siti Web museali, troppo spesso tradotti in poche lingue rispetto alla frequentazione internazionale dei musei e delle citt darte. Un altro supporto da implementare per i visitatori del sito Web di un museo consiste nellaffiancare alla galleria online un bookshop oppure un negozio elettronico per acquistare gadget e Cd-Rom. Per i turisti che invece intendono trascorrere un weekend a Parigi piuttosto che a Londra pu infine essere utile poter prenotare una visita al Louvre oppure acquistare per tempo il biglietto, evitando cos lunghe file al botteghino in vacanza. Newsletter, forum e mailing list rappresentano interessanti strumenti per appassionati darte che desiderano essere sempre al corrente degli eventi culturali e artistici dattualit, anche se per avere notizie fresche su mostre darte in ogni dove allamatore possibile collegarsi a portali sempre aggiornati quali www.kataweb.it/sezioni/art_cultura , www.artvalley.it e www.neural.it siti che consentono di avere una visione cosmopolita delle manifestazioni artistiche nel mondo.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore