Oracle accusa Google di aver copiato il codice Java linea per linea

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaMobile OsMobility
Google batte Oracle nel contezioso su Java e Android

Ad agosto Oracle ha fatto causa a Google per violazione brevetti Java su Android. Ad inizio ottobre Google ha risposto che Java è libero. Ora il colosso di Larry Ellison confronta il codice sul Web

La disputa giudiziaria che divide Oracle contro Google non è per niente chiusa, anche se forse Google sperava di aver detto la sua spiegando che Java è libero. Ricapitoliamo: Oracle ad agosto ha fatto causa a Google accusando Android di violare brevetti legati a Java. Adesso Oracle ricorre a Scribd per mostrare (linea di codice per linea di codice). Proprio mentre Gartner certificava il sorpasso su iPhone, a mettere i bastoni fra le ruote di Google arrivava Oracle additando Android per violazione di alcuni brevetti Java di Sun. “Pur conoscendo i diritti di brevetto di Oracle America”, Google “ha infranto e continua ad infrangere attivamente e consapevolmente” i brevetti riguardanti la tecnologia Java. Queste sono le accuse di Oracle, che chiede un risarcimento e addirittura il ritiro di tutti i dispositivi che fanno uso di quel sistema operativo. Rimane iìun solo dubbio: Java è ormai open source, e bisogna vedere come l’accusa potrà reggere in tribunale.

A inizio ottobre Google prendeva le difese della sua piattaforma contro Oracle. Google ha detto che il colosso del software, guidato dal Ceo Larry Ellison, dice di vantare brevetti Java ereditati da Sun: Google ha definito Oracle “ipocrita” poiché nel 2007 era stata Oracle a chiedere a Sun di rendere Java open source.

Ora Oracle gioca la carta “mediatica” mettendo su Internet il confronto fra le linee di codice, mostrando il “copia e incolla”.

Oracle contro Google Android
Oracle contro Google Android
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore