Oracle aumenta l’offerta del 14%

Aziende

Da 21 dollari per azione a 24: ora tocca a PeopleSoft decidere entro il 19 novembre. Prendere o lasciare

Oracle ha ritoccato in alto l’Opa ostile contro PeopleSoft, e inoltre si dice pronta a rinegoziare alcuni termini in vista dell’acquisizione. PeopleSoft, che ha inaugurato l’accordo quinquennale con Ibm e una partnership con le un business partner di Ibm per le soluzioni i-flex, aveva fatto recentemente sapere che sarebbe stata disposta a ripensamenti sull’offerta di Oracle solo in presenza di un’Opa più ingente. Ora Oracle alza la nuova offerta del 14%, da 21 a 24 dollari per azione, e la palla è di nuovo a PeopleSoft che avrà tempo fino al 19 novembre per un sì o un no alla fusione.Secondo Oracle, che ha nei giorni scorsi ottenuto il nulla osta Ue all’acquisizione, quest’ultima proposta è la migliore e definitiva .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore