Oracle avrebbe voluto acquisire Siebel e Bea e?

Aziende

Nel corso della vertenza Oracle-Peoplesoft, Larry Ellison ha dichiarto
che nel mirino della società c’erano anche Siebel, Bea, Sybase, Business Objects e una serie di altre aziende

Siebel Systems è uno dei nomi eccellenti che sarebbe potuto cadere nel paniere di Oracle e l’iniziativa non sarebbe partita dall’azienda diretta da Larry Ellison, ma da Tom Siebel in persona. È quanto ha dichiarato il Ceo di Oracle durante la terza settimana di dibattito alla commissione antitrust per la vertenza che vede confrontarsi Oracle e Peoplesoft. “Tom Siebel è venuto da me per cercare di vendermi Siebel”, ha sostenuto Ellison che ha aggiunto di avere effettivamente preso in considerazione questa possibilità nel caso l’acquisizione di Peoplesoft non fosse andata in porto: “Riteniamo che Peoplesoft abbia un buon team di sviluppo, hanno un’ottima base di clienti, più ampia e importante di quella della nostra seconda scelta, ossia Siebel”. Ma Siebel non era la sola nel mirino di Oracle, dato che anche Ellison aveva preso in considerazione anche l’acquisizione di Bea Systems (in alternativa o in aggiunta a quella di Peoplesoft). Ma oltre a quelle citate, le deposizioni di Ellison e del chief financial officer Jeff Henley, inviate su viedotape alla Corte distrettuale americana, fanno riferimento a una serie di altre acquisizioni: Sybase, Business Objects, J.D. Edwards (contattata prima della proposta di acquisizione di PeopleSoft), Lawson Software, Cerner and Sct Corp. E intanto, in attesa di conoscere il giudizio della corte di giustizia Usa in merito all’eventuale acquisizione di Peoplesoft da parte di Oracle, la telenovela continua.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore