Oracle e Peoplesoft insieme

Aziende

Il plauso di clienti e partner per il successo dell’operazione che da un forte impulso alle attività di supporto ai clienti e di R&D

I circa 50.000 dipendenti della nuova Oracle rappresentano la garanzia di un livello di innovazione e supporto senza pari di cui potranno trarre vantaggio 23.000 clienti di tutto il mondo. In occasione dell’evento di lancio, il CEO Larry Ellison e i suoi principali collaboratori hanno richiamato l’attenzione su come verrà organizzata l’area di business dedicata al software applicativo, sui piani per il supporto a livello globale e le strategie di prodotto, nonché sulla forza della quota di mercato che Oracle detiene in particolare in alcuni settori verticali. Il management di Oracle si è soffermato sulle strategie e sulle capacità della nuova struttura evidenziando la velocità con cui Oracle si è mossa per sostenere gli utenti del software applicativo Oracle, PeopleSoft e J.D. Edwards. “Abbiamo riunito in questa casa alcune delle migliori persone, risorse e prodotti nel settore del software enterprise. Ci troviamo in una posizione più forte che mai per offrire il meglio in quanto a tecnologia e competenze verticali, una straordinaria capacità di innovazione grazie all’aumento delle attività di ricerca e sviluppo, e un supporto prodotti di qualità assoluta”, ha dichiarato Charles Phillips, Presidente di Oracle. “Ne consegue che i nostri clienti potranno far leva su prodotti migliori, su una minore complessità IT e su costi più contenuti”. Negli ultimi tre mesi Oracle ha contattato più di 4.500 clienti PeopleSoft e J.D. Edwards, molti dei quali hanno dimostrato apprezzamento nei confronti dell’impegno, della stabilità e della forza del nuovo assetto aziendale nato dalla fusione. “Con la fusione del meglio di Oracle con il meglio di PeopleSoft ne è derivato un prodotto e una serie di partner particolarmente forti”, ha commentato Philip J. Philliou, Vice President of eCommerce and Emerging Technologies di MasterCard International. Il nuovo “dream team” di 8.000 sviluppatori dedicati allo sviluppo di software applicativo lavorerà per mettere a punto una tra le più moderne architetture SOA (Service Oriented Architecture) basata su Java. Oltre a proseguire nello sviluppo delle Oracle Applications, questo team continuerà a occuparsi delle prossime versioni di PeopleSoft e J.D. Edwards.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore