Oracle-PeopleSoft: "Non è una colonizzazione"

Aziende

Mario Bonzano, senior vice president di Oracle Sud Europa, definisce così l’acquisizione conclusa pochi giorni fa

A giochi fatti, dopo ben 18 mesi di trattative, Mario Bonzano, senior vice president di Oracle Sud Europa, commenta l’acquisizione di PeopleSoft e le conseguenze in Italia. “Dal punto di vista del mercato l’integrazione delle due aziende è una fatto di estremo rilievo ? precisa ? ma perché si traduca in un vantaggio vero e proprio dipenderà dal modo in cui sarà fatta l’integrazione, sia dal punto di vista dei prodotti sia delle aziende. Tengo a precisare che non si tratta di una colonizzazione da parte di Oracle, perché entrambe le società hanno competenze distinte, da amalgamare. Cercheremo di fare un integrazione che salvaguardi il mercato e le persone: garantiremo per ora il supporto a tutti i prodotti, per poi definire una strategia di prodotto globale e di mercato locale”. Il business plan per il 2005 sarà steso congiuntamente dalle due aziende, per salvaguardare persone e prodotti. “Non a caso in Europa rimarranno manager PeopleSoft in posizioni dominanti. A livello locale si creerà un team di persone di entrambe le aziende che decideranno il da farsi: non vedo però grandi problemi in Italia”. La strategia delle acquisizioni non finisce qui: Collaxa, Phaos e PeopleSoft per quest’anno, ma il 2005 riserverà altre sorprese.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore