Orange SA, Telefonica Moviles, TIM e T-Mobile sotto il nuovo marchio FreeMove

Workspace

L’alleanza mobile annuncia alcuni risultati ottenuti dalla
collaborazione e i piani per il futuro.

170 milioni di clienti in 21 paesi europei e circa 230 milioni nel mondo, troveranno all’estero la stessa fruibilità dei servizi di telefonia mobile di cui usufruisce nel paese di appartenenza. L’alleanza FreeMove, che dalla sua costituzione ha fatto notevoli progressi nella realizzazione del “Virtual Home Environment” offre oggi ai clienti accesso agli stessi servizi che utilizzano a casa, come la casella vocale o il numero per chiamare l’assistenza clienti, attraverso l’impiego di semplici codici brevi che funzionano allo stesso modo nel loro paese e all’estero; la possibilità di visualizzare il numero del chiamante anche se si spostano sulle reti dei membri, nonché inviare e ricevere messaggi con immagini, da molti più paesi rispetto al passato, funzione che nel corso dell’anno sarà disponibile tra tutte le reti partner. Sono previsti servizi di sostituzione di terminali e SIM card ovunque il cliente si trovi, mentre i servizi informativi saranno disponibili nella lingua del paese del cliente. I membri di FreeMove, per migliorare le efficienze operative e assicurare ai clienti una scelta più ampia e più rapida, hanno acquistato congiuntamente 6 milioni di terminali per il 2004, con un conseguente vantaggio medio di riduzione sui costi del 10%. Sono stati siglati inoltre accordi preferenziali di fornitura con Siemens e Motorola. Lo sviluppo di progetti tecnici congiunti e altre iniziative di fornitura si prevede possano portare analoghi vantaggi economici fino ad un valore del 10% annuo, mentre il volume dei terminali acquistati congiuntamente ha come obiettivo, nel corso del tempo, di raggiungere il 25% sul totale di terminali acquistati dal gruppo. Le sinergie collettive aiutano, inoltre, i membri dell’Alleanza a raggiungere per primi il mercato con nuovi modelli e, potenzialmente, ad ottenere periodi di esclusiva su tali modelli. L’alleanza FreeMove intende incrementare la crescita media del traffico voce tra i suoi membri del 10% su base annua, per i prossimi tre anni – superando la media europea del settore. Inoltre, si è impegnata a raddoppiare il traffico dati GPRS tra le reti dei suoi membri, su base annua, per i prossimi tre anni. Per quanto riguarda i servizi alle aziende, in particolare le multinazionali, che fatturano 4 miliardi di Euro l’anno, nelle comunicazioni mobili, l’obiettivo dell’alleanza è aumentare le nuove linee aziendali del 5% l’anno per i prossimi 3 anni, attraverso la collaborazione nell’offerta. La dimensione complessiva, dell’alleanza FreeMove, che opera già in quasi il 90% dei paesi europei in cui sono presenti aziende multinazionali, le consente di rispondere alle esigenze di questo mercato. Nell’arco del 2004 saranno commercializzate una serie di soluzioni coerenti e interessanti dedicate alle aziende dei diversi mercati, tra queste, c’è uno schema tariffario innovativo e trasparente, una tariffa roaming unica per il BlackBerry, applicabile ovunque nel mondo e su qualsiasi rete ed il pacchetto dati dell’alleanza FreeMove, costituito da una data card dual-mode (GPRS/UMTS) per la trasmissione dati ad alta velocità.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore