Ormai è Eqo mania

NetworkProvider e servizi Internet

Il servizio alternativo di telefonia sfrutta la telefonia mobile per
estendere al cellulare i benefici di Skype

SPOPOLA NEL NOSTRO paese il servizio alternativo di telefonia mobile che sfrutta la telefonia cellulare per estendere al telefonino i benefici di Skype (ma non solo). Quando si tratta di andare a scrocco noi italiani siamo maestri. A parte gli scherzi, non è una novità che Eqo sia un servizio virtualmente gratuito che trasferisce sul telefonino le funzioni dei software per l’instant messaging Skype, MSN, AIM, Yahoo!, Google Talk, ICQ e Jabber. La notizia è che sta avendo grande successo anche nel nostro paese, tanto da collocarci al secondo posto a livello mondiale come numero di utenti. A differenza di altri servizi analoghi che richiedono come carte con codici di accesso o la presenza di hot spot wi-fi, sfrutta le reti GPRS, EDGE o UMTS per far viaggiare voce e dati. Eqo promette una grande facilità d’uso. Per utilizzare il servizio basta avere un telefonino adatto (per verificare l’elenco dei dispositivi in grado di utilizzare il servizio basta collegarsi qui ) sul quale viene installata una piccola applicazione Java. Per il resto basta chiamare i propri contatti come con Skype o un numero tradizionale. Chiamare un cellulare in Italia costa 18,1 centesimi al minuto, per chiamare un fisso si spendono 1,7 centesimi al minuto, i messaggi sms costano 11,5 centesimi l’uno, mentre la messaggistica istantanea è gratuita. I costi naturalmente sono al netto del collegamento con il proprio gestore telefonico.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore