Oscurata catena di S.Antonio su Internet

Sicurezza

Il sito era raggiungibile all’indirizzo www.trentaeuro.it

Il sito oscurato era raggiungibile all’indirizzo www.trentaeuro.it. Per la prima volta, gli investigatori della Polizia di Stato di Palermo hanno applicato la legge 17 agosto 2005 n.173, che dal 17 settembre scorso ha vietato “la promozione o l’organizzazione di tutte quelle operazioni, quali giochi, piani di sviluppo, catene di sant’Antonio, che configurano la possibilità di guadagno attraverso il puro e semplice reclutamento di altre persone e in cui il diritto a reclutare si trasferisce all’infinito previo il pagamento di un corrispettivo”. Per questo motivo un giovane del capoluogo siciliano è stato denunciato e il sito oscurato. Il meccanismo era semplice e seguiva la prassi ormai nota di questo tipo di catene. Con la prospettiva di una scalata piramidale che avrebbe condotto alla vincita di vari premi, dietro il versamento iniziale di una somma di denaro il sito in questione aveva ottenuto il coinvolgimento di circa novemila navigatori.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore