Osservatorio Actebis, 2° atto

Aziende

Dopo la presentazione ufficiale, l’Osservatorio Actebis entra nel vivo: 250 interviste tra gli operatori del mercato, che dicono la loro su vendor e distribuzione

Essere vicina al canale e comprenderne le difficoltà e le esigenze: questo l’obiettivo che Actebis si è posta con la creazione dell’Osservatorio verso il canale B2B. Dopo la presentazione avvenuta qualche tempo fa, la seconda edizione ha preso il via con oltre 250 interviste tra gli operatori del mercato. Dall’indagine emerge una certa prudenza nel fare previsioni, gli operatori sentono la crisi che sta attraversando il settore, ma rispondono puntando sulla specializzazione e sulle competenze. Cercano di avere più fornitori, per avere sempre la disponibilità del prodotto, al miglior prezzo, e si mantengono il più possibile aggiornati aiutandosi con Internet. Emerge invece poca fiducia nei confronti del supporto marketing e formativo di vendor e distributori. Altrettanto negativa la percezione delle promozioni che vengono loro rivolte, ritenute troppe e spesso inutili. Per quanto riguarda i rapporti, nonostante il telefono rimanga lo strumento principe, la Rete e la posta elettronica iniziano ad essere usate con maggior frequenza.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore