Otellini vuole Intel dentro i cellulari

ComponentiWorkspace

L’iPhone di Apple dimostra che i sistemi derivati da Unix sono più adatti di
Windows per i dispositivi portatili

IL NUMERO UNO di Intel, Paul Otellini, ha dichiarato che l’iPhone di Apple dimostra che i sistemi derivati da UNIX sono più adatti di Windows per i dispositivi portatili. E molti di coloro che hanno usato un telefono Windows si trovano d’accordo. Otellini ha detto alla Morgan Stanley Technology Conference di San Francisco che virtualmente qualsiasi produttore di computer e telefonini del pianeta sta cercando di capire come competere con Apple. Naturalmente questa è una sciocchezza, ma è esattamente ciò che ha detto. Otellini pensa che i produttori di telefonini dovranno passare a processori più potenti e più efficienti in termini energetici per competere con Apple. Riuscite a indovinare quali consiglia? Marvell, la società di Intel che si occupa di processori per i telefonini, ne sta costruendo uno a bassissimo consumo che Otellini ritiene possa servire allo scopo. Ha detto: “Se facciamo scendere il prezzo e il consumo di energia al punto giusto, sarà un prodotto vincente per questo tipo di dispositivi”. Apple ha detto che il suo telefonino fa girare una versione speciale di OS X e sappiamo che è probabilmente spinto da un processore Marvell Xscale. Otellini ha aggiunto: “Dove vedo opportunità per Linux è nei cellulari ultra portatili. Questi dispositivi sono molto più adatti a essere basati su un prodotto derivato da Linux o Unix, come Mac OS X”. Per quanto riguarda Microsoft, Otellini si è detto scettico circa la possibilità di veder realizzato un sistema per palmari basato su Vista e capace di garantire efficienza energetica e buone prestazioni.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore