Ottocento vulnerabilità minacciano i software antivirus

CyberwarSicurezza

Uno studio di AG mette sotto la lente i prodotti di sicurezza informatica più popolari

Dovrebbero difendere la sicurezza del nostro Pc, ma a volte anch’essi hanno i bug: parliamo degli antivirus. Uno studio d i n.runs AG ha messo sotto la lente i prodotti di sicurezza informatica più popolari, scoprendo ottocento vulnerabilità negli antivirus. Lo riporta ZdNet . Contrariamente alla loro funzione, gli antivirus con le falle aprono le porte ad attacchi, abilitano la penetrazione dei network e l’infezione con codici pericolosi.

Gli anti-virus vulnerabili diventamno così elementi ad altorischio, posizionati spesso al centro della difesa elle aziende.

Ogni virus scanner oggi sul mercato ha mostrato varie falle highly critical“, nessun antivirus si è dimostrato immune: sono stai testati i prodotti di McAfee, Trend Micro, Symantec, Karspersky, F-Secure, F-Prot, ClamAv, BitDefender, Avg, Avast. Lo scanning ha sfruttato a tecnica del parsing. Inoltre la ricerca si è basata sugli advisory di Secunia e su studi dell’Università del Michigan.

Se tra il 2002 e il 2005, solo 50 advisory riguardavano falle nei prodotti Antivirus, nel biennio 2005-2007 il numero è schizzato del 340% a 170 advisory. Uno studio di Feng Xue, presentato al Blackhat Europe, secondo l’U.S national vulnerability database, negli ultimi quattro anni sono stati riportate 1165 vulnerabilità negli antivirus. Ironia della sorte: Panda Security ha sanato un falla nel suo virus scanner online, mettendo fine al problema di sicurezza stesso.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore