P2p, i pirati acquistano più musica

CyberwarSicurezza

Secondo l’Indipendent, non è vero che chi scarica musica illegalmente, non compra nulla. Anzi, è tutto all’opposto

Ancora una ricerca sfata i falsi miti della pirateria musicale. Secondo l’ Indipendent , uno studio commissionato a Ipsos Mori dimostra che chi scarica musica illegalmente, compra di più: se l’italiana Fimi sosteniene che il file sharing pirata fa male alle Hits , una nuova ricerca dimostra che i pirati spendono il 75% in più di coloro che hanno le mani pulite.

Mark Mulligan di Forrester Research ha commentato che gli utenti del Peer to peer sono soltanto più interessati alla musica degli altri. Secondo Cnet, il pirata distingue fra la musica degna di essere acquistata e quella che annoia e merita il cestino.

Il 10% degli intervistati, nella fascia di età 16-50 anni, ha ammesso di effettuare download illegali.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore