Pagamenti mobili, arriva l’app Tinaba che azzera i costi anche per gli esercenti

E-paymentMarketing
Pagamenti mobili, arriva l'app Tinaba che azzera i costi anche per gli esercenti
1 7 Non ci sono commenti

Tinaba non ha brevetti, ma sfrutta il blockchain. Tinaba (This Is Not A BAnk) è la startup italiana dedicata ai pagamenti mobili. A costo zero anche per gli esercenti

Gli m-Payments sono sempre più sugli scudi. Nel settore dei pagamenti mobili arriva l’app Tinaba che azzera i costi anche per gli esercenti. Tinaba (This Is Not A BAnk) è la startup italiana dedicata ai pagamenti mobili: fra i servizi innovativi spicca un sistema di trasferimento del denaro e un sistema geo-referenziato per il crowdfunding.

Pagamenti mobili, arriva l'app Tinaba che azzera i costi anche per gli esercenti
Pagamenti mobili, arriva l’app Tinaba che azzera i costi anche per gli esercenti

Il Fintech è al centro della scena. Le apps di micro pagamenti sfruttano il Peer-to-peer (P2p) per sfidare le banche tradizionali e i gestori delle carte di credito. “Dal luglio 2010 l’Ise mobile pay index ha guadagnato il 181%, lo Stoxx Europe 600 Banks ha perso il 34%” spiega Matteo Arpe il banchiere che, attraverso Sator, ha lanciato Tinaba e vuole conquistare il mercato, azzerando i costi di transazione anche per gli esercenti.

Tinaba non ha brevetti, ma sfrutta il blockchain: l’investimento parte da 15 milioni di euro, ma salirà di una cifra identica. Un giorno usciremo di casa solo con lo smartphone, lasciando a casa sia il contante che le carte di credito.

Ai merchant, compresi i piccoli e piccolissimi esercizi commerciali, il servizio è gratuito e permette di promuovere l’attività, attivando le funzioni di relazione con la clientela.

Altri servizi compresi sono: il sistema geo-referenziato per il crowdfunding, i servizi dedicati non solo al rapporto genitori-figli (paghetta, conti condivisi, risparmio per obiettivi, help me eccetera), ma anche alle scuole e ad altre comunità; social lending ed il microcredito; servizi bancari di investimento e di finanziamento degli istituti di credito partner.

Il mercato dei pagamenti mobili è stimato da IDC a quota 1 trilione di dollari nel 2017. I pagamenti mobili, secondo Gartner, rappresentano un mercato globale da 720 miliardi di dollari di valore dal 2017. In crescita rispetto ai 235 miliardi di dollari dell’anno scorso.

Presto non avremo più bisogno di portare contanti o carte in giro e il nostro smartphone si trasformerà in un portafoglio mobile. Ma quanto ne sai del mondo dei pagamenti “mobili”? Mettiti alla prova con un Quiz!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore