Pagella scolastica e assenze: online e via Sms

Management

E-government 2012 prevede la dematerializzazione fra i banchi di scuola: i genitori degli studenti potranno conoscere voti e assenze a scuola, tramite un Sms o consultando via Internet. Il ministro Maria Stella Gelmini su YouTube

La scuola sta per dichiarare guerra alla carta, in nome della trasparenza e del risparmio. La dematerializzazione documentale sta per approdare fra i banchi di scuola: i genitori degli studenti potranno conoscere voti, pagelle ed essere aggiornati su eventuali assenze dei figli a scuola, tramite un Sms o consultando via Internet.

E-government 2012 prevede ben cinque progetti per la nuova scuola digitale: Internet non sostituirà i rapporti diretti e personali, fra insegnanti e genitori, tuttavia, semplificherà alcune notifiche (sull’andamento a scuola, la pagella, le assenze giornaliere, domande di iscrizione, prenotazioni colloqui eccetera).

10.700 scuole italiane saranno informatizzate in maniera capillare, per partecipari a cinque progetti: Scuole in rete, per collegare via Internet e Wifi tutte le sedi scolastiche e le classi; Didattica digitale, centrata sugli e-content e sui libri di testo online; Anagrafe scolastica nazionale, per monitorare la dispersione scolastica, attraverso un osservatorio nazionale; Compagno di classe, per portare in aula un Pc dedicato alla scuola; Servizi scuola-famiglia via web, per digitalizzare i servizi amministrativi e accorciare le distanze nelle comunicazioni scuola-famiglia. Entro giugno saranno distribuiti 3300 lavagne elettroniche e Pc, in 1100 scuole selezionate.

I cinque interventi nella scuola costeranno 241 milioni di euro, di cui 128 per il collegamento in Rete: 37 milioni sono già a disposizioni, gli altri da reperire. L’intero piano E-gov 2012 costerà 1,38 miliardi di euro. Infine, il ministro Renato Brunetta prevede i seguenti passaggi: entro fine anno il 100% dei principali istituti sarà connesso in rete, mentre le aule passeranno dal 5% del 2009 al 20% del 2010, fino al 60% nel 2011 ed al 100% nel 2012; la didattica digitale prevede uno step del 40% entro il 2009, 80% nel 2010 e 100% nel 2012; i servizi via Internet saranno pronti entro l’anno, ma a scuola arriveranno a tappe: 40% entro fine 2009, 80% nel 2010, 100% nel 2011.

Il ministro Maria Stella Gelmini su YouTube ha compiuto nuovi passi avanti: ha annunciao le materie per la seconda prova dell’esame di maturità, con un video online sul proprio canale dedicato nel sito di video sharing.

Di’ la tua in Blog Cafè: Le tappe di Brunetta

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore