Palm Pre è più smart dell’iPhone, ma l’Italia deve aspettare

Mobility

Interpret ha condotto una ricerca sullo smartphone ideale: il Pre batte l’iPhone 3G S. Palm Pre sta per sbarcare in Europa, ma l’Italia dovrà aspettare il suo turno. Intanto il Pre si allontana da iTunes

Secondo la società di ricerche di mercato Interpret, non è scontato individuare lo smartphone ideale sotto tre aspetti (“cool”, di tendenza, “smart” e “produttivo”). Sotto esame sono finiti iPhone 3G, iPhone 3G S, Palm Pre, Android G1, BlackBerry Storm, BlackBerry Curve. Ebbene Palm Pre ha battuto il nuovo iPhone. Nella mentalità comune, iPhone 3G S è altamente associato con il fatto di essere di moda e di tendenza (coolnessal 62%), ma perde punti in produttività (39%), tanto che il Pre è emerso più smart dell’iPhone. Ora andrà verificato se, a tanta coolness, corrisponde una crescita in termine di vendite: l’appuntamento è al prossimo report di NPD (dove il Blackberry Curve è stato un best-seller nel primo trimestre).

L’Italia però non vedrà ancora per un po’ l’arrivo sul mercato dell’atteso Palm Pre, il nuovo smartphone, anti iPhone di Palm, con sistema operativo WebOs e interfaccia touchscreen. Palm Pre è prossimo allo sbarco in quattro paesi europei: Gran Bretagna, Germania, Irlanda e Spagna. Non in Italia: a questo punto si teme che possa mancare l’appuntamento dello shopping natalizio, ma ancora mancano smentite o conferme.

Il Regno Unito potrà assistere alle probabili code dei fans di Palm per acquistare il Pre il 16 ottobre. Oltremanica, il Pre potrà essere comprato nei negozi e nello store online di O2, da Carphone Warehouse e Phones4U. Nel frattempo, Palm ha già anticipato l’erede di Pal, Pixi, e prospettato l’addio a Windows Mobile.

Infine, continua la guerra della sincronizzazione tra Apple iTunes e Palm Pre. Scrive Gizmodo Italia : “Ha cercato in ogni modo di collegarsi all’ecosistema iPod/iPhone contraffacendo il numero di indentificazione dell’USB del Pre, con Apple che riusciva a bloccare il meccanismo ad ogni aggiornamento di iTunes. Ora l ‘USB Implementers Forum ha detto a Palm di smetterla”. L’USB-IF è stato esplicito con Palm: “Palm può utilizzare solo il Vendor ID assegnato a Palm per gli usi di Palm. L’utilizzo del Vendor ID di altre aziende è esplicitamente vietato”. Insomma, niente iTunes per Palm.

Adesso Palm guarderà a Ovi Store, viste le voci di Borsa che la considerano nel mirino di Nokia ?

Guarda: VIDEO: Palm Pre con Web Os

Leggi: La carica dei rivali di Apple: arrivano gli anti-iPhone

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore