Palmari in caduta libera, smartphone ok

Workspace

Il successo degli smartphone ruba la prima pagina ai Pda, secondo Idc

Dall’uscita di Sony al declino di PalmOne, il mercato mondiale dei palmari non riesce a risollevarsi per il terzo trimestre consecutivo , secondo una ricerca Idc. Nonostante le buone performance di HP e Dell, il declino del Pda sembra proseguire. L’uscita di top vendor del calibro di Sony e Toshiba, unita alle difficoltà di PalmOne, mostrano le incertezze del mercato dei Pda. I dati forniti dalla società Idc sono emblematici: vendite

diminuite del 4,6% e dell’8,7%, anno dopo anno, hanno condotto alle vendite di 2,1 milioni di unità nel terzo trimestre del 2004. Si tratta di un mercato in rapida e costante contrazione dove per altro è facile entrare e posizionarsi bene, sebbene con margini di guadagno sempre inferiori. Idc sottolinea inoltre che allo stesso tempo i dispositivi mobili e portatili si stanno estendendo in altri mercati dove le funzionalità Pim sono molto richieste, insieme all’integrazione di funzionalità Gps. Solo i Pocket Pc a basso costo, con integrazione di sistemi Gps per auto, sono in controtendenza. Infine mentre i Pda stanno vivendo una stagione non brillante, sono gli smartphone a finire sotto le luci della ribalta di Idc: il mercato dei device mobile in Europa Occidentale nel terzo trimestre dell’anno in corso vede il comparto in crescita del 38%, raggiungendo 1,8 milioni di pezzi venduti, circa 500.000 in più rispetto al medesimo periodo del 2003. Al comando della classifica si piazzano gli smartphone Serie 60, anche se Idc sottolinea l’esplosiva crescita di Research in Motion checon Blackbarry ha vissuto un incremento del 300% rispetto allo stesso trimestre del 2003.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore