Panasonic NV-GS 120EG

AccessoriWorkspace

Videocamera digitale

Il video alla portata di tutti: sia dal punto di vista del portafoglio che da quello tecnico, perché la videocamera NV-GS 120 di Panasonic non è solamente un apparecchio estremamente compatto, è anche un modello dalle prestazioni elevate, con caratteristiche che normalmente vengono inserite nei prodotti molto più costosi, rivolti ai professionisti. Il produttore si vanta di aver costruito la più piccola videocamera digitale basata sul sistema a tre Ccd. Non sappiamo se detenga il record assoluto, ma la sua compatezza è sicuramente un dato di fatto. I tre sensori Ccd consentono di produrre filmati di qualità molto più elevata rispetto alle videocamere che ne posseggono uno solo. La luce che entra dall’obiettivo viene scomposta e deviata ai tre sensori, ognuno adibito a un unico colore primario Rgb (red, green e blu). La GS 120 è una videocamera Mini Dv, e il sistema a tre sensori non è l’unico elemento che la contraddistingue da quanto c’è sul mercato. Panasonic da tempo ha avviato una stretta collaborazione con Leica, noto e prestigioso produttore di ottiche, che equipaggiano non solo le fotocamere ma anche alcune delle sue videocamere. E’ il caso delle NV-GS 120 che si avvale di un obiettivo Leica Dicomar 10x composto da un sistema a 12 lenti, ognuna delle quali dotata di rivestimento multiplo per assicurare una buona riproduzione dei colori, anche nelle minime sfumature, e una grande cura dei dettagli. Un buon stabilizzatore d’immagine (Sis), prodotto dalla stessa casa, assicura inoltre riprese prive di mosso sia quando siamo costretti a operare con poca luce, sia impostando lo zoom sulle focali più lunghe. Anche se in situazioni complesse conviene comunque dotarsi di un cavalletto. La videocamera ha anche una buona parte fotografica con l’opportunità di scattare immagini con una risoluzione di 1,77 Megapixel e una dimensione massima di 1.536×1.152 pixel, archiviabili in schede del tipo Sd o Mmc. In dotazione ne viene fornita una da 8 Megabyte. Non molto capiente per la verità, ma meglio di niente. La GS 120 può essere usata anche come Web cam. L’apparecchio offre un’ottima presa e i comandi sono ben sistemati. Con la mano destra si raggiungono bene sia il tasto per variare la focale dello zoom, sia la ghiera per le impostazioni principali o il pulsante per scattare le foto, l’accensione e il tasto per avviare le riprese. Sul lato opposto, come di consueto, il display orientabile che una volta aperto scopre il pannello con il menù. Lì si trova anche l’alloggio della scheda di memoria. Attraverso il joystick a 4 vie si scorrono tutte le modalità e le impostazioni disponibili nel menù principale, che prevedono anche diverse funzioni di editing e i programmi predefiniti: ritratti, sport, riprese sulla neve o in interni con alti contrasti, oppure con poca luce. Oltre agli automatismi, che facilitano le riprese ai meno esperti, la GS 120 regala diverse funzioni manuali per chi ha già un grado elevato di preparazione. Tra questi, l’esposizione e il bilanciamento del bianco, e anche la messa a fuoco. Un comodo tasto sul lato destro permette di disinserire velocemente l’autofocus. Alcuni tasti sopra il joystick consentono di selezionare direttamente alcune funzioni, senza addentrarsi nel menù; come la dissolvenza (Fade), il soft skin per avere ritratti con un colore della pelle più morbido, tele macro per poter riprendere a distanza ravvicinata e la modalità per poter filmare di notte senza l’ausilio di un illuminatore (Color night view). Numerosi gli effetti digitali a disposizione, tra cui vale la pena evidenziare la modalità stroboscopica con la quale si memorizzano i diversi fotogrammi di un soggetto che si muove, o i modi Stretch e Slim per allungare o restringere le immagini in orizzontale e in verticale. Doveroso segnalare poi la presenza della connessione Dv in entrata e in uscita, per poter riversare su nastro il filmato elaborato a computer; un telecomando dotato di microfono e la possibilità di registrare contemporaneamente immagini fisse e in movimento. Peccato non sia previsto un flash incorporato. Ma forse è pretendere troppo?

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore