Parte lalfabetizzazione informatica dei docenti

NetworkProvider e servizi Internet

Anche nel campo scolastico si avvia un importante piano nazionale di formazione degli insegnanti sulle tecnologie dellinformazione e della comunicazione

ROMA. Sono ormai prossimi i corsi di alfabetizzazione informatica previsti per circa 180.000 docenti di ruolo. Tali corsi rientrano nel Piano nazionale di formazione degli insegnanti sulle tecnologie dellinformazione e della comunicazione varato nello scorso mese di maggio dal Ministero dellIstruzione con la circolare n. 55/2002. Il Piano prevede dei tempi di realizzazione molto brevi (si parla addirittura della fine del 2003) considerata la massa degli insegnanti da formare. Era logico che, in un periodo come quello attuale, contraddistinto dallevoluzione tecnologica in tutti i settori della nostra societa, anche la scuola prendesse coscienza di questa nuova realta assumendo idonee iniziative nel campo della formazione. Il Piano persegue alcuni precisi obiettivi che sono una soddisfacente acquisizione della cultura digitale da parte di tutti i ragazzi al termine degli studi; una necessaria evoluzione dei programmi scolastici che tenga conto dei nuovi metodi dapprendimento possibili con lausilio delle nuove tecnologie; unadeguata formazione degli insegnanti affinche gli stessi siano in grado di utilizzare le tecnologie digitali nella propria attivita didattica. Il Piano di formazione prevede tre percorsi formativi un percorso A che mira alluso di base del pc nella didattica e nella gestione della scuola; un percorso B dedicato maggiormente alla didattica e quindi allorientamento ed al coordinamento delle risorse tecnologiche e multimediali in questo specifico settore; un percorso C che invece mira alla gestione delle infrastrutture tecnologiche con la nascita di specialisti di rete. Appare evidente, quindi, che il Piano di formazione dedica un occhio particolare alle nuove metodologie didattiche fondate sulle-learning e non a caso si coniuga con il piano di azione e-learning presentato al Consiglio ed al Parlamento europeo il 28 marzo 2002. La stessa Commissione europea ha deciso di adottare liniziativa e-learning per adeguare i sistemi educativi e formativi dellUnione europea alleconomia della conoscenza e della cultura digitale. Con specifico invito pubblicato sulla Guce n. C179 del 27 luglio 2002 si ricorda che la Commissione ha richiesto la presentazione di progetti inerenti in alternativa o il tema dellalfabetizzazione mediatica ed educazione alle immagini oppure il tema della qualita delleLearning. Le-learning costituisce ormai una realta alla quale anche il nostro Governo fa affidamento, tanto che e stato inserito tra gli obiettivi di primaria importanza del processo di informatizzazione pubblica che il Ministro per lInnovazione e le Tecnologie ha ribadito nella direttiva denominata Linee guida in materia di digitalizzazione dellamministrazione. [ STUDIOCELENTANO.IT ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore