Patch per non regalare Windows 8

ManagementMarketingSistemi OperativiWorkspace
Windows RT sul mini tablet di HTC

Bypassato il sistema anti-pirateria di Windows 8 con una procedura legittima. Microsoft ha rilasciato la patch per risolvere la falla in Media Center

La vicenda delle “licenze libere” ha fatto il giro del mondo. Una falla nel procedimento per regalare l’opzione Media Center, ha permesso che per diverse ore utenti possero abilitare la propria copia di Windows 8 gratuitamente. Microsoft ha concesso senza pagare innumerevoli copie del sistema operativo. Per attivare una “copia pirata” in maniera legittima, approfittando della falla nella procedura, occorrevano due condizioni. Innanzitutto bisognava che l’utente  avesse già autenticato temporaneamente via server KMS (Key Management Service), poi doveva ottenere un codice “product key” per il download e l’aggiunta dell’addon Media Center per Windows 8 Pro.

La tecnologia KMS, che serve per l’attivazione di Windows da remoto (attivazione che dura 180 giorni, prima di essere ripetuta), viene sfruttata in genere per far girare macchine virtuali in fase di test. Ma, secondo Cnet, l’update di Windows 8 con il Media Center e il product key richiesto online, renderà una copia dell’OS, in precedenza attivata via server Kms, sarà autenticata in maniera stabile, senza dover ripetere la procedura ogni sei mesi. Ancora una volta l’anti-pirateria è stata beffata e bypassata da un’astuta procedura, e poco importa che ora la falla abbia una patch.

Conosci Microsoft e Windows? Misurati con un QUIZ!

Windows 8 attivato senza pagare
Windows 8 attivato senza pagare
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore