PayPal guarda ai pagamenti mobili

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace
NFC su iPhone 6: i rumors della vigilia

Un cellulare su cinque sarà dotato di un chip NFC entro il 2014, per raggiungere i 300 milioni di smartphone NFC entro il 2014. I brand che possono farsi largo in questo mercato: Nokia, Apple e PayPal

I pagamenti wireless con tecnologia NFC (near field communications) sono sulla rampa di lancio, intanto le carte di credito e gli operatori mobili si preparano per rendere i cellulari dei borsellini elettronici. La società di ricerca GfK scommette su un ruolo di PayPal nei pagamenti mobili. Il brand di PayPal ha utenti fidelizzati. Forte è la fiducia degli utenti consumer in PayPal per la sicurezza dei dati personali finanziari in nove mercati a livelli mondiale. PayPal è primo, seguono Visa e MasterCard, poi Apple (che cda anni gestisce gli accounte attraverso iTunes store), Nokia e Samsung. Gfk fa osservare che gli operatori mobili, che vorrebbero diversificare puntando su NFC, si possono fare largo in questo mercato. Quando pensiamo a fiducia o sicurezza, di default pensiamo a un brand che è sul mercato da lungo tempo. In questo caso ha vinto un brand che è relativamente giovane” commenta GfK a Reuters. “Mentre i brand finannziari hanno propri livelli di fiducia, i brand della telefonia mobile come Nokia e Apple, e il giovane PayPal di eBay hanno le potenzialità per sfondare in questo settore“.

Secondo Juniper Research un cellulare su cinque sarà dotato di un chip NFC entro il 2014, per raggiungere i 300 milioni di smartphone NFC entro il 2014. Vediamo a che punto siamo con le sperimentazioni nel mondo. Le catene di negozi come Tesco, Co-op e McDonald‘s stanno per installare terminali di pagamenti contactless. Negli Usa Google sta avviando una sperimentazione su larga scala a New York e San Francisco. Già lo smartphone Google Nexus S può essere utilizzato per pagare via NFC. Gli smartphone BlackBerry Bold 9900 e 9930 includono un sistema integrato di supporto NFC (Near Field Comunications).

O2 di Telefonica sta cercando di ottenere una banking license in Gran Bretagna, mentre la spagnola Telefonica ha siglato un accordo di recente per collaborare in merito alla tecnologia NFC con Orange e Vodafone. L’82% dei cinesi si dice pronto a pagare con il cellulare, il 73% dei brasiliani, il 72% dei sud coreani e il 42% dei francesi. In Usa ed Europa, dove carte di credito e debito sono ben accette, il pagamento wireless viene visto con minor entusiasmo rispetto ai Bric. Nel sud-est asiatico e nell’Africa sub-Sahariana la tecnologia NFC, per usare il telefonino come una carta di credito o un borsellino elettronico, ha forti potenzialità.

Leggi anche Gizmodo: Visa introduce il portafoglio virtuale entro l’autunno, con NFC e un unico account

Il 2011 è l'anno della tecnologia NFC
Il 2011 è l'anno della tecnologia NFC
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore