Pedofilia online, record negativo

Network

186 indagati insospettabili in una maxi operazione condotta in sedici regioni italiane. I siti Internet incriminati erano protetti da password

Sconcertano i risultati della maxi operazione che ha portato a 186 indagati , tra cui due assessori, un vigile urbano, un assistente sociale e tre sacerdoti. Nomi insospettabili sono quindi al centro di un’inchiesta condotta da polizia postale, carabinieri e guardia di finanza in 16 regione italiane. Le 186 persone indagate dalla procura di Siracusa nell’ambito di una maxi inchiesta sulla pedopornografia online: l’accusa è di aver effettuato download di materiale illegale legato alla pedofilia online da un sito Internet, non indicizzato dai motori di ricerca e al quale si poteva accedere soltanto con una password. Alla base dell’inchiesta vi sono dettagliate denunce della nota associazione Telefono Arcobaleno.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore