PeopleSoft CRM definisce un nuovo standard per l’integrazione

Management

Nuove funzioni migliorano la produttività e permettono di realizzare integrazionia livello dei processi di business

PeopleSoft ha annunciato l’introduzione di alcune importanti novità nella suite di prodotti PeopleSoft CRM, volte a migliorare in particolare la produttività. Gli elevati costi di integrazione sono in gran parte dovuti ai limiti delle soluzioni focalizzate sui dati: ciò significa che le aziende devono passare a metodi di integrazione impostati sui processi che ne possano comprendere logica, tipologie di messaggio, dati, routing e necessità di escalation. Per affrontare questo problema, PeopleSoft ha rilasciato sei nuovi Process Integration Pack for CRM che mettono a disposizione soluzioni pacchettizzate per integrare direttamente PeopleSoft CRM con applicazioni di terze parti. Le sei nuove soluzioni permettono l’integrazione di PeopleSoft CRM con i sistemi back-office Oracle e SAP per la gestione degli ordini, l’autorizzazione alla fornitura di materiali necessari all’erogazione di servizi, e al fulfillment dei servizi stessi. Grazie a queste funzionalità avanzate, PeopleSoft si propone ai suoi clienti come unico vendor di riferimento per l’installazione, la manutenzione e l’aggiornamento di soluzioni integrate. I Process Integration Pack for CRM sfruttano la tecnologia di integrazione AppConnect fornendo alle aziende una strategia alternativa per collegare i processi di front-office e back-office. Questi nuovi prodotti sono i primi di una serie di soluzioni di integrazione predefinite PeopleSoft ed estendono ulteriormente il portafoglio di integrazione della società insieme alle alleanze strette con i più importanti produttori di middleware. Per migliorare l’efficacia delle attività di business e IT, e aiutare le aziende a conformarsi al nuovo Do Not Call Registry della Federal Trade Commission (FTC) statunitense, PeopleSoft CRM ha introdotto alcune novità funzionali dedicate alle aree del marketing, delle vendite e dei servizi: una funzione per tenere traccia delle preferenze dei clienti, agevolando così l’osservanza delle nuove normative previste dalla FTC; una funzione per la creazione rapida di un profilo cliente, per permettere agli operatori di call center di generare un nuovo record cliente all’apertura di una richiesta inoltrata per posta elettronica; una nuova funzione per gli ordini bulk, che consente agli uffici vendite di acquisire gli ordinativi di questo tipo come un’unica voce e tenere traccia di ciascun componente di un ordine bulk fino alla sua evasione. Oltre a disporre di funzioni di sincronizzazione sul lato client, PeopleSoft CRM propone ora anche PeopleSoft Infosync Server, una soluzione che implementa la sincronizzazione automatica server-to-server tra PeopleSoft CRM e i server Microsoft Outlook e IBM Lotus Notes. PeopleSoft è il primo produttore CRM a rilasciare una funzione di sincronizzazione server bidirezionale che elimina la necessità di caricare software di sincronizzazione sui client. Ne risultano maggior flessibilità, minori rischi di downtime, diminuzione dei costi, superiore efficienza per gli utenti Web, e semplificazione della manutenzione per le strutture di supporto IT. Le novità annunciate sono già disponibili.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore