Per evitare fughe di talenti, Google aumenta lo stipendio a tutti

AziendeFormazioneManagementMarketing
Eric Schmidt di Google: I robot spopoleranno ovunque

Google aumenta lo stipendio ai dipendenti. Per evitare che i migliori talenti vadano a lavorare per il concorrente Facebook

Le fughe dei talenti sono il peggior spettro che un’azienda hi-tech possa affrontare. Per arginare il rischio, Google corre ai ripari. Per evitare che i suoi migliori talenti e ingegneri siano tentati da un impiego in Facebook, Google alza le barricate, ma soprattutto gli stipendi. Un aumento del 10% a tuytti: ecco cosa ha deciso Google.

Vogliamo esseri sicuri che vi sentiate ricompensati per il duro lavoro. Vogliamo continuare ad attirare la gente migliore in Google” ha detti iol Ceo di Google, Eric Schimdt nel messaggio interno ai dipendenti, spiegando che per i dipendenti Google il salario è la componente più importante della retribuzione. Lo riporta Business Insider.

E pensare che, fiono a poche stagioni fa, Google era considerato il “paradiso dei lavoratori” dove tutti vorrebbero essere impiegati. Ma il sorpasso del traffico di Facebook su Google, ha forse incrinate le vecchie solide certezze. Di emorragia di talenti, ne sa qualcosa Microsoft: l’addio di Ray Ozzie, successore di Bill Gates è arrivato a sorpresa, dopo quello di Kevin Johnson (piattaforme e servizi), Chris Liddell (Cfo), Robbie Bach (a capo della divisione phone e giochi), Stephen Elop (Office, diventato Ceo di Nokia).

Eric Schmidt, Ceo di Google
Eric Schmidt, Ceo di Google
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore