Per Goldman Sachs la ripresa della spesa IT nel 2010: ecco chi sale e chi scende

Workspace

I budget IT, dopo la contrazione dell’ultimo anno, torneranno a crescere: nel 2010 si normalizzeranno ai livelli pre-recessione. Bene virtualizzazione, cloud computing, storage, server e Windows 7. Ma occhio ai dati macro-economici

Fine anno, tempo di bilanci. Nell’anno nero dell’IT, i cordoni della borsa della spesa IT torneranno ad allentarsi. Goldman Sachs vede la ripresa della spesa IT nel 2010.

I budget IT, dopo la contrazione degli ultimi 12 mesi, torneranno a crescere: nel 2010 si normalizzeranno a i livelli pre-recessione. Goldman Sachs esprime un cauto ottimismo: niente champagne, ma dopo 12 mesi di vacche magre, si rivede uno sprazzo di sereno. Però tutto dipenderà dai dati macro-economici.

Le aree Top di spesa riguarderanno I nfrastrutture, sviluppo applicazioni e systems integration, perché i Cio vogliono investire su virtualizzazione e cloud computing (investimenti che tagliano i costi).

La domanda per rinnovare storage e server/PC sarà positiva. A beneficiare della ripresa saranno HP, NetApp, CommVault, Red Hat, Riverbed e Salesforce.com, ma anche VMware e Citrix.

Infine, il capitolo Windows 7: il nuovo sistema operativo di Microsoft è in spolvero, se è vero che il 94% dei Cio pensa all’upgrade. Ma con quali tempi? Il 32% vuole l’upgrade nel 2010 (9% nel primo semestre, 23% nel secondo), mentre un 28% guarda al 2011. Oggi dall’85 al 90% usa Windows XP, e il supporto a XP sparirà nell’aprile 2014: quindi la deadline dell’upgrade è di fatto fissata per il 2013.

Vediamo chi vince e chi perde in ogni mercato. Nel mercato Pc, guadagneranno quote di mercato Apple, Hewlett-Packard, Lenovo e Dell. Nel mercato Enterprise, cresceranno Cisco, Hp, Dell; invece perderanno quote Sun e Ibm. Nello Storage, progrediranno Network Appliance, Hitachi Data Systems, EMC, Hp e Ibm, ma perderanno Sun e Dell. Infine, secondo Goldman Sachs, nei mercato Software e sicurezza, allungheranno il passo VMware, RedHat, Hp, Salesforce.com, Citrix, Microsoft, CommVault, Cisco e EMC; invece arretreranno CA, TIBCO, Quest Software, BMC Software e Check Point.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore