Per Google il mercato dei refusi vale mezzo miliardo

Workspace

Il typosquatting ovvero gli antipatici refusi odiati da ogni editor, fanno lievitare i conti di Google: dagli errori di digitazione, 500 milioni di dollari ogni anno

Quando sbagliate a digitare un nome su Google, dimenticate o invertite una lettera, ricordatevi: state facendo un favore al motore di ricerca della BigG. I refusi, in inglese il typosquatting, valgono:mezzo miliardo di dollari.

Dagli errori di digitazione, Google ricava 500 milioni di dollari ogni anno. La ricerca di Hardvard Tyler Moore e Benjamin Edelman ha calcolato un flusso di traffico pari a 68,2 milioni di visite giornaliere soltanto per i domini .com”.

Per Google, che detiene oltre il 60% dell’advertising online, significa un guadagno indiretto pari a mezzo miliardo dal “mercato dei rifusi”. Sbagliando, a volte si impara? O si guadagna?

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore