Per Hitachi lo storage midrange punta sul verde

CloudServer

Dopo la fascia alta , Hds rinnova lo storage intermedio. Obiettivo: i dischi
risparmiano energia. In arrivo nuove soluzioni

Dopo aver rinnovato la sua offerta di fascia alta,Hitachi Data Systems mette mano a quella dei sistemi midrange. Mentre , come conferma a Network News Dario Pardi, regional vicepresident di Hds per il sud Europa, sono in atto anche in Italia le consegne dei nuovi UspV Tagmastore. tra le quali sono presenti anche nuove installazioni, Hds si dedica al rinnovamento della gamma intermedia curando in particolar modo il risparmio energetico.

Come ricorda Pardi, ? uno storage ben organizzato consente anche di risparmiare sul bilancio energetico. Spesso in Italia per ridurre il budget di spesa si riducono il numero degli acquisti e del personale. Ma il Tco non è fatto solo di spese in sistemi e manutenzione. Un migliore utilizzo anche dal punto di vista della spesa energetica delle risorse di storage migliora i costi correnti?.

I tecnici di Hds hanno sviluppato una funzionalità che permette di togliere l’alimentazione ai volumi su disco dei sistemi Ams (Adaptive Modular Storage) e Wms ( Workgroup Modular Storage) nel momento in cui non vengono utilizzati e di riattivarla immediatamente non appena un utente o un’applicazione deve accedere dai dati. Power Savings Storage Service, questo il nome della funzionalità, è disponibile come servizio, secondo la strategia Hds delle Services Oriented Storage Solutions.Il risparmio nei costi operativi di energia e di raffreddamento vengono valutati attorno al 20 %. Il servizio Psss può essere utilizzato direttamente dall’applicativo oppure su gestione dell’utenza. L’utility mostra la sua piena funzionalità di impiego con disk array per il backup, librerie Vtl o archivi su disco che contengono file di accesso poco frequente. Il tempo di risposta dell’applicazione non dovrebbe essere influenzato dalle operazioni di riaccensione. Nella fascia di prodotto accennata, la funzionalità di risparmio può essere attivata con controller Sata e Fibre Channel.

Un’altra innovazione apportata da Hitachi alle famiglie Ams e Wms riguarda il supporto dei dischi Sata II da 750 Gb.

Anche sul terreno della sicurezza le novità non mancano. In particolare, i sistemi integrano due nuovi servizi denominati Audit Logging e Role-Based Access. Il primo si occupa di tenere traccia di tutte le attività che gli utenti hanno compiuto sul sistema Role-Based Access Service prevede meccanismi di autenticazione e controllo degli accessi che rendono ancora più sicura la gestione dei sistemi e la conservazione dei dati dell’utente.

Come anticipa Pardi a Network News , un imminente rinnovo della gamma intermedia troverà una particolare accoglienza presso i fornitori di sistemi con i quali Hds ha in atto a livello globale ( e anche in Italia) accordi di partnership commerciale. Si tratta prima di tutto di Acer, che ? sta facendo un buon lavoro con incrementi di vendite?, ma anche di Lenovo. Infatti Hds ha stipulato un accordo globale anche con la società cinese, che in Italia si limita a distribuire soluzioni client, ma in Cina, in Giappone e negli Stati Uniti propone una gamma completa di soluzioni It , compresi i server, tradizionali compagni di vendita dello storage.

Alcune voci di mercato indicano la volontà di Lenovo di portare anche in Europa la gamma completa della sue soluzioni nel prossimo anno dopo i giochi Olimpici di Pechino.

Commentando i risvolti italiani degli ultimi risultati del mercato comunicati da Gartner a conclusione del primo semestre di quest’anno, Pardi si è dichiarato soddisfatto del ritmo di crescita di Hds in Italia, superiore a più del doppio di quello del mercato: ? Siamo attorno al 15 % e continuiamo ad acquisire un certo numero di nuovi clienti?.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore