Per i domini a luci rosse .xxx è forse la volta buona

MarketingNetworkProvider e servizi Internet

Su Internet i siti Web pornografici sono 370 milioni: è finalmente in dirittura d’arrivo il dominio .xxx di Icann?

Il “quartiere a luci rosse” sul Web, con suffisso .xxx, potrebbe finalmente trovare il via libera di Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (ICANN). In passato è stato ostacolato dai conservatori Usa contrari alla ghettizzazione del porno. Ma adesso che il Ceo di Apple Steve Jobs ha condotto la sua crociata anti porno su AppStore, rimuovendo migliaia di applicazioni sexy per iPhone, forse è giunta l’ora per fare pulizia anche online.

Su Internet i siti Web pornografici sono 370 milioni.

Meglio offrire al porno un dominio hardcore invece che finire per sbaglio su .com a luci rosse? Dopo le recenti bocciature a ripetizione dei domini per i contenuti sessualmente espliciti (che hanno fatto la fortuna del Web), il suffisso .xxx potrebbe risorgere: se la due diligence andrà a buon fine, arriverà il semaforo verde di Icann. Lo riporta Reuters.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore