Per il Dvd e la videocassetta di Spider Man, Sony investe 100 milioni di dollari. Uscito ieri Prisoner of war, un game ispirato a La grande fuga

Management

Il primo novembre la prima uscita ufficiale sul mercato americano, a cui poi faranno seguito quelle per i mercati europeo e worldwide. Si rafforza il trend dellinterdipendenza tra cinema e console

Ammonter a oltre 100 milioni di dollari linvestimento che la Sony far nei prossimi mesi per promuovere il lancio promozionale del Dvd e delle videocassette di Spider Man, il film che – dopo avere sbancato i botteghini americani del grande schermo – sta adesso furoreggiando nei cinema di tutta Europa e degli altri Paesi del mondo. La Sony ha reso noto che – in allegato al Dvd ufficiale di Peter Parker/Spider Man – ce ne sar anche un altro, contenente vari servizi di back-stage. Tra questi, si segnalano alcune interviste ai creatori del personaggio fantastico, i primi screening test, la vestizione del protagonista del movie e i tagli apportati dal regista allintero materiale girato. La data di uscita ufficiale del Dvd e delle videocassette stata fissata per il primo novembre sul mercato americano, a cui poi faranno seguito quelle sugli altri mercati, probabilmente a poche settimane di distanza. E invece uscito ieri un videogioco intitolato Prisoner of war la prigionia ai tempi della Seconda Guerra Mondiale e chiaramente ispirato al celebre film La grande fuga che John Sturges gir nel 1963 con Steve Mc Queen, James Garner e altri famosi attori del cinema americano e inglese dellepoca. Divenuta rapidamente un cult movie di successo (chi non ricorda i palleggi del grande Steve con la sfera da tennis contro il muro della sua strettissima cella disolamento nel campo di concentramento tedesco e soprattutto le sue acrobazie con la moto nella parte finale?), la pellicola viene ora riproposta in versione per Playstation 2 e per Xbox. Una volta tanto, un bel game di evasione senza la solita violenza imperversante, ma ricco invece di spunti per fare lavorare di astuzia e di fantasia il player. Proprio come faceva lex team-mate de I magnifici sette confrontandosi con il potentissimo ma ottuso apparato militare nazista.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore