Per Intel quarto trimestre 2003 da record: 8,74 miliardi di dollari

Workspace

Gli utili per azione per il quarto trimestre sono stati di 0,33 dollari
per azione; includono 0,09 dollari di perdita di valore dell’avviamento
e 0,09 dollari di sgravi fiscali sui disinvestimenti

Per il quarto trimestre, gli utili netti sono stati di 2,2 miliardi di dollari, valore superiore del 31 per cento rispetto al trimestre precedente e superiore del 107 per cento rispetto al quarto trimestre del 2002. Gli utili per azione del quarto trimestre del 2003 sono stati di 0,33 dollari per azione, in aumento del 32 per cento rispetto al trimestre precedente e in aumento del 106 per cento rispetto al valore di 0,16 dollari registrato nel quarto trimestre 2002. I risultati del quarto trimestre 2003 comprendono l’impatto della perdita di valore dell’avviamento pari a 611 milioni di dollari relativa al Wireless Communications and Computing Group (WCCG). Al momento dell’aggiornamento intermedio nel corso del quarto trimestre, la società aveva previsto un vantaggio fiscale di circa 200 milioni di dollari legato a un disinvestimento. In seguito a un ulteriore disinvestimento che è stato finalizzato nel corso del trimestre, il vantaggio fiscale è aumentato di 420 milioni di dollari, o di circa 0,06 dollari per azione in più rispetto a quanto previsto. I risultati Intel per il terzo trimestre 2003 comprendevano uno sgravio fiscale di 125 milioni di dollari legati a un disinvestimento e i risultati del quarto trimestre comprendono un vantaggio fiscale di circa 75 milioni di dollari legato a disinvestimenti. Il fatturato per l’intero 2003 è stato di 30,1 miliardi di dollari, valore superiore del 13 per cento rispetto ai 26,8 miliardi di dollari del 2002. Gli utili netti sono stati di 5,6 miliardi di dollari, valore superiore dell’81 per cento rispetto agli utili netti del 2002, pari a 3,1 miliardi di dollari. Gli utili per azione sono stati di 0,85 dollari per azione, in aumento dell’85 per cento rispetto al valore di 0,46 dollari registrato nel 2002. Nel 2003 l’azienda ha pagato dividendi azionari per 524 milioni di dollari, o 0,08 dollari per azione, e ha investito 4 miliardi di dollari in liquidità per riacquistare circa 176 milioni di azioni.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore